Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Cagliari-Milan 1-2: decide la doppietta di Kessié

Cagliari-Milan 1-2: decide la doppietta di Kessié
© LaPresse

La squadra di Gattuso centra il secondo successo consecutivo e scavalca in classifica l'Atalanta. Straordinaria la doppietta del centrocampista ivoriano che replica all'iniziale vantaggio di Barella. Espulsi Rodriguez e Barella

Sullo stesso argomento

 

domenica 21 gennaio 2018 19:55

ROMA - Sorride il Milan di Gattuso che centra la terza vittoria in campionato e scavalca in classifica Atalanta, Torino e Udinese riportandosi ad un passo dalla zona Europa League. I rossoneri si impongono 2-1 in rimonta (la prima volta in stagione) contro un Cagliari combattivo grazie alla straordinaria doppietta di Kessié, bravo a rispondere all'iniziale vantaggio dei padroni di casa realizzato da Barella. In una gara condizionata dal forte vento - che aveva messo a rischio lo svolgimento del match - da segnalare anche due esplusioni, una per parte ed entrambe nella ripresa: prima Rodriguez, poi Barella.  

CLASSIFICA SERIE A

LE FORMAZIONI - Lopez, che deve fare a meno dello squalificato Joao Pedro e tiene in panchina il neo acquisto Castan, sceglie il 3-5-2 con la novità Sau in attacco al posto di Farias e Cragno in porta. Gattuso invece conferma Biglia in regia e in avanti preferisce Kalinic a Cutrone. L'inizio di partita è tutto di marca sarda. I padroni di casa appaiono subito più reattivi e determinati rispetto ad un Milan piuttosto compassato. Dopo un paio di 'avvisi' di Sau e Ionita, il vantaggio del Cagliari giunge all'8' grazie a Barella, bravissimo a trovare l'angolo giusto su un tiro in diagonale dalla sinistra che trova la pesante collaborazione di un Donnarumma in evidente affanno.

La rete dei padroni di casa sblocca mentalmente il Milan che si riversa dalle parti di Cragno con maggior convinzione. Kalinic spreca due grandi occasioni, Kessié sale in cattedra prendendo in mano la manovra del Milan con l'autorevolezza di un veterano. Lopez perde Sau dopo 16 minuti a causa di un problema muscolare: l'attaccante (che esce in lacrime) viene sostituito da Farias. Proprio quest'ultimo al 29' ha la ghiotta chance del raddoppio sul destro ma spreca tutto calciando da ottima posizione addosso a Donnarumma. La gara adesso è divertente, con repentini cambi di fronte. Al 36' arriva il pari del Milan su un rigore concesso dall'arbitro Guida per un intervento irregolare di Ceppitelli in scivolata su Kalinic in piena area sarda. Kessie dal dischetto spiazza Cragno e riporta in equilibrio il match. Passano sei minuti e arriva il raddoppio rossonero: Kalinic controlla in sospetta posizione di fuorigioco un pallone calciato da Calabria e lo serve al centro per l'accorrente Kessie che sotto misura non ha alcun problema a siglare la doppietta personale e la rete del sorpasso

GUARDA TUTTE LE STATISTICHE DELLA PARTITA

RIPRESA - Nella ripresa i padroni di casa provano l'arrembaggio a caccia del pari ma l'assalto dura soltanto i primi dieci minuti. Donnarumma e la difesa milanista non hanno problemi nell'arginare la furia del Cagliari che costruisce solo una chiara occasione da gol con Farias, impreciso nel ribadire in rete una corta respinta di Donnarumma su un lancio di Barella. Il Milan invece spaventa il Cagliari solo in un'occasione con Bonaventura, straordinario nel calciare da fermo dalla distanza e nell'esaltare i riflessi di Cragno. Nell'ultimo quarto d'ora i ritmi scemano inevitabilmente e le gambe si fanno pesanti. I rossoneri controllano senza brividi eccessivi le rare sortite offensive sarde. Le ripartenze del Milan si fanno sempre meno frequenti e all'80' la squadra rossonera resta in dieci uomini per il doppio giallo a Ricardo Rodriguez. Gattuso inserisce Abate e Locatelli al posto di Suso e Bonaventura. La sofferenza del Milan negli ultimi minuti è inevitabile ma la roccaforte tiene e il risultato non cambierà più. A due minuti dal termine anche la squadra di Lopez resta in dieci uomini a causa del rosso diretto a Barella per un brutto fallo a centrocampo su Biglia. Grazie alla seconda vittoria consecutiva in campionato il Diavolo scavalca in classifica l'Atalanta e torna vicino alla zona Europa al settimo posto con la Sampdoria distante solo due punti. Per il Cagliari la zona retrocessione è distante solo quattro punti

CAGLIARI-MILAN 1-2: CRONACA E TABELLINO

Articoli correlati

Commenti