Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Genoa-Inter 2-0: autogol di Ranocchia e Pandev, Spalletti ko

Serie A, Genoa-Inter 2-0: autogol di Ranocchia e Pandev, Spalletti ko
© LAPRESSE

Una goffa autorete del difensore e il sigillo dell'ex condannano i nerazzurri alla terza sconfitta in campionato

Sullo stesso argomento

di Davide Palliggiano

sabato 17 febbraio 2018 22:40

GENOVA - Quando sembrava essere guarita dalla pareggite, ecco che arriva una brutta sconfitta. L'Inter cade 2-0 a Marassi contro un Genoa da applausi, trascinato da un Pandev in versione "triplete". Spalletti incassa il terzo ko in campionato e si prepara a un'altra settimana di "passione". La Roma, con la vittoria a Udine, si è ripresa il terzo posto in classifica e lunedì, in caso di vittoria, può scavalcarlo anche la Lazio, spingendo i nerazzurri fuori dalla zona Champions. Al Ferraris decidono una goffa autorete di Ranocchia e un gol di Pandev. 

Genoa-Inter 2-0: statistiche e tabellino  

LE SCELTE - Ballardini schiera un 3-5-2 con Galabinov e l'ex Pandev in attacco. Spalletti risponde con il solito 4-2-3-1, ma deve fare a meno di tre titolari come Miranda, Perisic e Icardi. Al loro posto Ranocchia, Karamoh ed Eder, con Candreva spostato a sinistra. 

MEGLIO IL GENOA - Comincia bene il Genoa, sorretto da un Pandev scatenato. La prima occasione della partita la crea lui al 9' con un'azione personale: Handanovic, però, è attento sul primo palo e gli nega il gol. L'ex nerazzurro sfiora un gol alquanto fortuito due minuti dopo: cross dalla trequarti, Hiljemark non interviene, Handanovic nemmeno, con la palla che sbatte sulla traversa e poi va a finire tra le braccia del portiere sloveno.

REAZIONE INTER - L'Inter risponde con un destro al volo di Karamoh, che spreca un bel cross di Candreva dalla sinistra (19') e con una conclusione potente da posizione defilata proprio dell'esterno italiano, che impegna Perin a una gran parata (31').

L'AUTORETE DI RANOCCHIA - Al 45', però, ecco la mega-frittata. Skriniar - nel tentativo di pulire l'area su cross dalla trequarti -, colpisce in pieno Ranocchia, con la palla che si infila alle spalle di Handanovic per la più assurda delle autoreti. E' così che il Genoa ringrazia sentitamente e si ritrova sull'1-0 a fine primo tempo. 

LA NOTTE DELLE BEFFE - Nella ripresa ci si aspetta un'Inter più convincente, ma non è così. Il Genoa, infatti, raddoppia al 59' grazie a due ex interisti: Laxalt calcia da fuori area, ma trova Pandev sulla sua traiettoria. Il macedone stoppa in una frazione di secondo il tiro del compagno di squadra e batte Handanovic con un preciso diagonale. Spalletti prova a cambiare faccia alla sua squadra inserendo Rafinha, Pinamonti e Brozovic e al di là di una pressione maggiore sulla trequarti, non crea granché, se non un colpo di testa di Eder salvato sulla linea da Zukanovic al 79'. Il Genoa, da parte sua, va vicino al terzo gol con Lapadula (subentrato a Galabinov). C'è tempo per la standing ovation del Ferraris per Pandev al momento della sostituzione con Lazovic e ancora per qualche cross nell'area di rigore rossoblù non raccolto dall'attacco nerazzurro, troppo leggero senza due giocatori fondamentali come Perisic e Icardi. Per Spalletti arriva così la terza sconfitta in campionato, per Ballardini la terza vittoria di fila e la conferma, per il suo Genoa, di essere una delle squadre più in forma del campionato.

Articoli correlati

Commenti