Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Juventus-Milan 3-1: Allegri a +4 sul Napoli

Serie A, Juventus-Milan 3-1: Allegri a +4 sul Napoli
© LaPresse

Dybala sblocca, Bonucci firma il momentaneo pari esultando davanti agli ex tifosi. Cuadrado e Khedira chiudono i conti. I bianconeri hanno le mani sullo scudetto

Sullo stesso argomento

di Adriano Lo Monaco

sabato 31 marzo 2018 22:43

TORINO - Fuori da tre mesi, non al meglio dopo l’intervento per la pubalgia e messo dentro (non senza alcun rischio) da Allegri sull’1-1. Cuadrado ripaga il suo allenatore con il gol della vittoria al Milan, quello del 2-1, che pesa come un macigno alla luce di quanto fatto in giornata dal Napoli. La Juventus ne fa 3, portandosi a +4 sulla squadra di Sarri in attesa della contesa finale di giorno 22. Dybala apre la festa della serata (8’): sfrutta il rimbalzo che sorprende Donnarumma e invia un bel messaggio a Sampaoli tralasciando le spunte blu di WhatsApp: sono qui, in Russia vengo pure io e non per fare una gita. Il momentaneo pari non può che essere di Bonucci, che esulta ‘sciacquandosi la bocca’ mentre il tris finale è di Khedira, autore anche dell’assist per la rete del colombiano.

Juventus-Milan 3-1: tabellino e statistiche

Classifica Serie A

LA PARTITA DI BONNIE - Per l’occasione Allegri rispolvera un vecchio cavallo di battaglia, il 3-5-2, con la sostanziale differenza che al posto di Bonucci c’è Benatia. E proprio all’ex difensore bianconero, uno dei protagonisti più belli dei tanti successi degli ultimi anni, lo Stadium non riserva né applausi né tantomeno indifferenza: beccato dall’inizio alla fine, a ogni pallone giocato, a ogni sguardo rivolto verso quelli che soltanto qualche mese fa erano i suoi tifosi a conferma del fatto che il trasferimento estivo non è ancora stato del tutto digerito. 

...E IL GOL - Per chi ci crede si chiama destino, per chi non ci crede si tratta di qualcosa di più pratico e concreto ovvero “legge dell’ex”. E alla fine chi se ne importa, il risultato è identico. Il gol di Bonucci, che vale il pari dopo la gioia della Joya, arriva puntuale al 28’ ed è un’immagine che di certo non può che far male agli juventini perché il colpo di testa che batte Buffon nasce in mezzo alle marcature di Barzagli e Chiellini.

NON VAR - Bonucci ha anche un copione nel primo intervento del Var della serata e cioè quando lo Stadium attende trepidamente un possibile calcio di rigore: non succede nulla, nessun contatto irregolare con Benatia e Mazzoleni indica la punizione in favore della squadra di Gattuso.

CUADRADO E KHEDIRA - La mossa di Allegri durante l’intervallo è l’ingresso di Douglas Costa per Lichtsteiner. Più qualità, più velocità ma più spazio alle offensive del Milan tant’è che Calhanoglu, in una ripartenza, si ferma sulla traversa a Buffon ormai battuto. In campo si rivede anche Cuadrado, che scivola nel tentativo di contrastare Bonaventura lasciandolo libero di calciare e di…sbagliare. Il perdono ha una data, quella del 79’: colpo di testa vincente su assist delizioso di Khedira che decide di entrare nel tabellino dei marcatori a tre minuti dal termine superando Gigio con un bel destro.

Articoli correlati

Commenti