Serie A, Sassuolo-Empoli 3-1: Boateng, Ferrari e Di Francesco rimontano Caputo
© LAPRESSE
Serie A
0

Serie A, Sassuolo-Empoli 3-1: Boateng, Ferrari e Di Francesco rimontano Caputo

Toscani avanti dopo appena 18", poi i neroverdi pareggiano prima del riposo per prendere il largo nella ripresa con gli ospiti in dieci per la doppia ammonizione a Zajc: De Zerbi è al secondo posto

REGGIO EMILIA - Carattere, organizzazione di gioco e ottime individualità: questi gli ingredienti della ricetta con cui De Zerbi sta facendo lievitare il sempre più sorprendente Sassuolo, capace di rialzarsi immediatamente dopo il ko di misura incassato allo Juventus Stadium e di superare 3-1 in rimonta un Empoli durato invece solo un tempo. Un successo che consente alla squadra emiliana di sorpassare momentaneamente Napoli e Spal e issarsi così al secondo posto a quota 10, a +1 su partenopei e ferraresi e a -2 dai campioni d'Italia che domenica sera faranno visita al Frosinone. Fermi invece a quota 4 i toscani, alla terza sconfitta nelle ultime 4 partite.

Sassuolo-Empoli 3-1: numeri e statistiche del match

BOTTA E RISPOSTA - Tutti a disposizione i neroverdi, schierati con un 4-3-3 in cui c'è Locatelli in regia al posto di Magnanelli e Sensi fa la mezzala mentre Berardi e Di Francesco (quest'ultimo reduce da una settimana difficile dopo il caso Douglas Costa) sono le ali del tridente completato al centro da Boateng. Affollata invece l'infermeria di Andreazzoli (out gli infortunati Antonelli, Pasqual, Polvani e Rodriguez) che risponde con un 4-3-1-2 in cui il trequartista Zajc è chiamato a ispirare gli attaccanti La Gumina e Caputo. E a sorprendere i padroni di casa dopo appena 18" è proprio capitan Caputo, che su cross basso di Zajc si fa trovare pronto e non perdona Consigli. Gli emiliani accusano il colpo e sbandano: al 6' il fantasista sloveno sfiora la traversa su punizione (decisiva una deviazione della barriera) e sul corner successivo è invece bravo Lirola a salvare sulla linea dopo una "spizzata" di La Gumina. Pian piano però, due minuti dopo l'uscita per infortunio dell'empolese Acquah (dentro Bennacer), gli emiliani si riorganizzano ed entrano in partita raddrizzandola già al 13': Di Francesco danza con la palla al piede in area toscana e "pesca" Boateng che si dimostra sempre meno "falso nueve" e fa 1-1 festeggiando così il suo terzo gol in campionato. Le due squadre rinunciano ai tatticismi e se al 38' il portiere ospite Terracciano deve compiere una prodezza per deviare in tuffo il rasoterra di Duncan, tre minuti dopo è Consigli a opporsi con i pugni alla staffilata di Zajc mentre al 44' Caputo è murato da Ferrari. Si chiude così un primo tempo giocato a viso aperto e con grande agonismo, tanto che sul taccuino dell'arbitro La Penna - al riposo - ci sono già quattro nomi: quello del neroverde Di Francesco e quelli dei toscani Capezzi, Krunic e Zajc.

TRIS SERVITO - Dagli spogliatoi rientrano gli stessi ventidue e come in avvio di gara la prima grande chance è per l'Empoli ma La Gumina - bravo a superare Ferrari - non inquadra lo specchio cercando il 'piazzato' con il piatto destro (51'). Non sbaglia invece poco dopo (56') lo stesso difensore di casa, che su corner allungato da una 'spizzata' di Di Francesco trova la deviazione vincente di testa. Effettuato il sorpasso, De Zerbi attinge subito dalla panchina: dentro prima Babacar per il claudicante Boateng (62') e poi Bourabia al posto di Sensi (67') per rispondere alla mossa di Andreazzoli, che richiama invece ai box La Gumina per gettare nella mischia Mraz (66'). A venti minuti dalla fine però la strada si fa ancora più in salita per l'Empoli che - sotto di un gol - resta anche in inferiorità numerica per il secondo giallo sventolato sulla faccia di Zajc, reo di simulazione secondo il direttore di gara su un contrasto in area con Bourabia. Il Sassuolo, con ancora più spazi a disposizione, cerca di sfruttarli e va al tiro con Berardi (79') a cui chiude però la porta Terracciano coi pugni. È l'ultimo tentativo del capitano neroverde, che all'81' lascia il posto a Brignola al suo debutto nel Sassuolo mentre l'ultima carta di Andreazzoli è il 18enne ivoriano Traore al posto di Capezzi. Ma l'inerzia del match è ormai segnata e all'86' - su cross basso di Lirola (che sembra però prima portarsi il pallone oltre la linea del fallo laterale) e appena dopo che Terracciano gli aveva negato la gioia del gol con l'ennesima prodezza - è Di Francesco a calare il tris con uno splendido colpo di tacco. Festa sugli spalti del Mapei Stadium, dove in attesa degli altri match della quinta giornata ci si gode il miglior attacco della Serie A (12reti in 5 gare) e un secondo posto impensabile soltanto qualche settimana fa.

De Zerbi: "Scansuolo? Una volta c'era il bar, ora i social.."

 

 

 

Vedi tutte le news di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

SERIE A - 8° GIORNATA
SABATO 19 OTTOBRE 2019
Lazio - Atalanta 3 - 3
Napoli - Verona 2 - 0
Juve - Bologna 2 - 1
DOMENICA 20 OTTOBRE 2019
Sassuolo - Inter 12:30
Cagliari - Spal 15:00
Sampdoria - Roma 15:00
Udinese - Torino 15:00
Parma - Genoa 18:00
Milan - Lecce 20:45
LUNEDÌ 21 OTTOBRE 2019
Brescia - Fiorentina 20:45

 

Calciomercato in Diretta