Chiellini nudo sui social: il post partita di Milan-Juventus è hot!

Il baby rossonero Bellanova si fa un selfie con Cristiano Ronaldo nello spogliatoio dei rivali e pesca il capitano bianconero.... in fuorigico. L'immagine è stata poi postata da alcuni amici del giovane terzino, che ha chiesto scusa al più famoso collega attarraverso Instagram
Chiellini nudo sui social: il post partita di Milan-Juventus è hot!
TagsSerie AJuventusMilan

MILANO - Post partita hot a San Siro e a farne le spese è stato Giorgio Chiellini, finito nudo sui social. La colpa? È del baby rossonero Bellanova (in panchina nel match vinto 2-0 dalla capolista contro il 'Diavolo' del grande ex Gonzalo Higuain incappato in una serata da dimenticare) che dopo il triplice fischio di Mazzoleni si è presentato nello spogliatoio degli avversari per farsi un selfie con il suo idolo Cristiano Ronaldo. Una richiesta accettata da CR7, che ha posato per un'immagine postata poi da alcuni amici del giovane terzino milanista sui social. Ed è stato probabilmente solo lì che Bellanova si è accorto di un piccolo particolare inizialmente sfuggitogli: dietro a lui e al fenomeno portoghese si vede infatti il capitano juventino Chiellini... come mamma l'ha fatto! Una gaffe che non è sfuggita al popolo del web, tanto che l'immagine è divenuta subito virale sui social, e alla fine Bellanova ha chiesto scusa al suo più famoso collega attraverso Instagram«Sono profondamente dispiaciuto per quanto uscito sui social in queste ore - ha scritto il baby rossonero -. Mi scuso prima di tutto con Giorgio Chiellini, non era mia intenzione. Assicuro a lui e a tutti i tifosi di calcio che ho solo fatto una foto con un grande campione, ma non ho postato nulla sui miei social. Ho fatto l'unico errore, di cui mi pento, di aver condiviso la foto con alcuni amici, senza averla prima controllata».

 

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti