Roma-Cagliari 3-0: Pastore show e quarto posto

Un gol di Fazio, uno del Flaco (schierato a sorpresa) e uno di Kolarov regalano i tre punti a Ranieri
Roma-Cagliari 3-0: Pastore show e quarto posto© LAPRESSE
6 min

ROMA - La Roma vola al quarto posto, almeno per una notte, e sogna. Non solo la qualificazione in Champions, ma soprattutto un futuro elettrizzante, con Antonio Conte in panchina. E’ stato un pomeriggio di buone notizie all’Olimpico: la vittoria con il Cagliari firmata da Fazio, Pastore e Kolarov che porta Ranieri momentaneamente al quarto posto, l’aver ritrovato un campione come Pastore grande protagonista del successo e le parole di Francesco Totti, che ha parlato concretamente dell’arrivo in panchina per la prossima stagione, a prescindere da come finirà questa, di Conte. Totti ha elogiato apertamente l’ex tecnico del Chelsea, ammettendo indirettamente che la Roma sta facendo di tutto per portarlo a Trigoria.

E’ chiaro che la mente dei tifosi ora è già al futuro, al mercato, a quella che potrebbe diventare la Roma di Conte, ma nelle ultime quattro partite i giallorossi contro Genoa, Juve, Sassuolo e Parma dovranno conquistarsi la qualificazione in Champions che può essere determinante, se non per l’allenatore, per il mercato. E di sicuro la Roma avrà un asso nella manica in più, quel Flaco Pastore che contro il Cagliari è sembrato un giocatore ritrovato: non solo il gol, ma anche una traversa clamorosa e tante buone giocate che fanno sorridere Ranieri.

Roma-Cagliari 3-0: tabellino e statistiche

AVVIO SUPER - Nessuna squadra ha segnato più della Roma nel corso dei primi tempi e l'avvio di gioco sorride ai giallorossi che dopo otto minuti sono già in vantaggio 2-0. Prima è Fazio a sbloccare il risultato con un colpo di testa sugli sviluppi di una mischia nata da calcio d'angolo. Poi è Kluivert a saltare Luca Pellegrini e servire l'assist del 2-0 per il destro vincente di Pastore, al ritorno da titolare in Serie A dopo sei mesi. La reazione del Cagliari è affidata a Pavoletti autore all'11' di un tiro deviato in angolo da Mirante. Dopo un inizio arrembante, la Roma abbassa il baricentro e i ritmi di gioco preferendo attendere dietro la linea del pallone gli avversari e cercare la ripartenza con le iniziative individuali di El Shaarawy e Kluivert. Ma al 35' la Roma cresce e sfiora il tris: Dzeko fa da sponda per la conclusione a botta sicura di Florenzi impreciso al momento del tiro. La vera novità della formazione schierata da Ranieri è Javier Pastore, chiamato in causa per la prima volta dal tecnico giallorosso. E al 42' al termine di una prolungata azione manovrata in verticale l'argentino colpisce la traversa da buona posizione.

LA CHIUDE KOLAROV - Nella ripresa è sempre la Roma a partire meglio e lo fa sull'asse El Shaarawy-Dzeko: il Faraone inventa per il bosniaco che a tu per tu con Cragno si fa murare dal portiere sardo. Al 55' l'ex City sfiora nuovamente il tris con un tiro dal vertice dell'area deviato da Ceppitelli sul palo. Come nella prima frazione di gioco, dopo un ottimo avvio, la formazione di Ranieri allenta il ritmo e prova a consolidare il possesso palla senza rinunciare alle sortite offensive degli esterni. E al 73' sugli sviluppi di due progressioni offensive di Kluivert e Perotti la Roma va ad un passo dal gol: prima serve il miglior Cragno per togliere dalla porta un colpo di testa di El Shaarawy deviato da Pisacane. Poi è Dzeko a fallire il colpo del ko da pochi passi. Ma il 3-0 è solo rinviato all'85': Cragno mura Perotti ma sulla deviazione arriva la ribattuta vincente di Kolarov per il definitivo tris giallorosso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Serie A, i migliori video

Commenti