Balotelli bersaglio di cori razzisti in Verona-Brescia
© ANSA
Serie A
0

Balotelli bersaglio di cori razzisti in Verona-Brescia

L'attaccante è stato preso di mira dai tifosi dell'Hellas e al 10' del secondo tempo ha scagliato il pallone in curva. Partita sospesa per 3 minuti. Nel finale grande gol con un destro a giro. Raiola: "Razzisti ignoranti"

VERONA - Altro episodio spiacevole nel corso dell'undicesima giornata di Serie A. Dopo i cori degli ultras della Roma contro i napoletani con conseguente stop della partita per alcuni minuti, stavolta ad essere preso di mira è stato Mario Balotelli durante Verona-Brescia. La partita è stata interrotta per tre minuti dopo che l'ex attaccante del Marsiglia ha scagliato il pallone in curva e ha minacciato di andarsene dal campo, a causa degli ululati indirizzatigli da un settore dello stadio Bentegodi. L'attaccante, che insisteva per lasciare il campo, è stato abbracciato da compagni e avversari. L'arbitro Mariani, che ha parlato con Balotelli, ha chiesto che lo speaker facesse l'annuncio di possibile sospensione del match. 

Balotelli, il video dei cori dalla curva di Verona

Sui social spunta il video dei cori che hanno fatto infuriare Mario Balotelli durante la partita.

Cori razzisti a Balotelli: il video dalla curva di Verona

Balotelli come Zoro 

L'attaccante del Brescia è stato offeso da una parte della tifoseria scaligera, divisa da una forte rivalità con quella bresciana e con frange estreme non nuove a episodi di razzismo e discriminazione territoriale. La reazione di Balotelli agli insulti e a gli ululati è stata decisa: durante un'azione di gioco ha preso il pallone in mano e lo ha calciato con forza verso il settore da cui erano arrivati gli insulti e ha minacciato di lasciare il campo, come fece Zoro in un Messina-Inter del 2005. E anche questa volta, come allora con Adriano a calmare l'avversario, sono stati i compagni del Brescia ma anche i giocatori del Verona a far desistere Balotelli dal proposito di andarsene. Poi c'è stato l'annuncio dello speaker del Bentegodi, e successivamente la partita è ripresa.

Balotelli risponde con una magia

Il pomeriggio di SuperMario non si è fermato però alla rabbia per i cori razzisti ricevuti, perché anche al Bentegodi Balotelli ha dato un'ulteriore dimostrazione della sua grande classe: all'85' ha realizzato, proprio sotto alla curva che lo aveva insultato, un gran gol che ha riaperto la partita nel finale ma che non è bastato al Brescia, uscito sconfitto 2-1.

Verona-Brescia 2-1: tabellino e statistiche

Cori razzisti, Raiola difende Balotelli

Dopo il brutto episodio che ha coinvolto Balotelli è anche arrivato il tweet di Mino Raiola che si è prontamente schierato con il suo giocatore: “Siamo con Mario - ha scritto l’agente -. Siamo contro tutte le forme di razzismo. Razzisti ignoranti”.

Balotelli, i messaggi su Instagram

L’attaccante del Brescia ha pubblicato un video sul proprio profilo Instagram che ha per protagonisti i bambini di ‘We Africa to red earth’, l’associazione fondata da Adriano Nuzzo nel 2015 che ha come obiettivo quello di migliorare la vita del popolo del Burkina Faso. E SuperMario, già da oltre un anno, è sceso al loro fianco regalando più volte completi, magliette e scarpe da calcio ai piccoli.

Visualizza questo post su Instagram

@weafrica_adrianonuzzo @hellasveronafc @inter @juventus @officialasroma #BASTA #STOPASAP #LOVE

Un post condiviso da Mario Balotelli‍‍ (@mb459) in data:

In serata l'attaccante del Brescia ha voluto ringraziare su Instagram chi è stato solidale con lui: "Grazie a tutti i colleghi in campo e non per la solidarietà avuta nei miei confronti e per tutti i messaggi ricevuti da voi tifosi. Grazie di cuore. Avete dimostrato di essere veri uomini non come chi nega l’evidenza".

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti