Serie A
0

Roma-Juve 1-2: Sarri Campione d'inverno. Grave infortunio per Zaniolo

Bianconeri subito in vantaggio con Demiral e Ronaldo su rigore. Nella ripresa non basta ai giallorossi il gol di Perotti dal dischetto. Ko anche Demiral

Roma-Juve 1-2: Sarri Campione d'inverno. Grave infortunio per Zaniolo
© Getty Images

ROMA - Juve spietata e concreta, Roma generosa ma mentalmente impreparata. Con i gol di Demiral e Ronaldo in apertura di partita, Sarri sbanca l'Olimpico ed è Campione d'inverno staccando l'Inter di due punti. A Fonseca non basta invece un secondo tempo di temperamento e coraggio: nonostante il rigore di Perotti, i giallorossi non riescono a completare la rimonta nel finale e infilano così la seconda sconfitta consecutiva. Ma peggio del risultato è il grave infortunio di Zaniolo nel primo tempo: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, campionato probabilmente finito ed Europei a rischio.

SERIE A, LA CLASSIFICA

I gol di Demiral e Ronaldo

Niente difesa a tre per Fonseca, che riparte dalla stessa formazione battuta dal Torino. Florenzi e Kolarov terzini, Diawara e Veretout in mezzo al campo e il trio Zaniolo-Pellegrini-Perotti dietro Dzeko. Dall'altra parte, invece, tutto come previsto per Sarri che conferma Demiral in difesa e punta su Ramsey trequartisti in appoggio a Dybala e Ronaldo. Ed è proprio il difensore turco a dare il via al primo tempo perfetto della Juve e alla serata da incubo della Roma. Al 3', sugli sviluppi di una punizione laterale, Demiral sbuca tra Smalling e Kolarov e sblocca la gara di destro. La squadra di Fonseca non fa in tempo a capire cosa sia successo e i bianconeri raddoppiano: grave errore di Veretout in fase di impostazione, fallo in area su Dybala e rigore che Ronaldo trasforma. E' appena passato il 10'.

Gli infortuni di Demiral e Zaniolo

Disorientata ma viva, la Roma tenta faticosamente di rimettere ordine al suo gioco e iniziare ad impensierire la Juve. L'occasione giusta ce l'ha al 17' Pellegrini, che però, con Szczesny a terra, fallisce da pochi passi tirando sul corpo di Rabiot. Subito dopo Demiral è costretto a uscire per un infortunio al ginocchio sinistro che preoccupa Sarri: al suo posto entra De Ligt. Ancora più grave al 36' l'infortunio di Zaniolo, che cade a terra dopo una progressione di quaranta metri palla al piede: il trequartista esce in lacrime con la barella, mentre l'Olimpico resta sotto shock. Anche il ct azzurro Mancini lo segue con apprensione dalla tribuna. Entra Ünder.

Perotti su rigore, ma la Juve fa festa

Nella ripresa la Roma parte forte e mette pressione costringendo la difesa bianconera a schiacciarsi verso la propria area. Fonseca si sbraccia in panchina e al 21' cambia: fuori Veretout e dentro Cristante, al rientro in campo dopo tre mesi di stop. La Juve è in grande affanno e perde lucidità, la Roma prende fiducia e riapre la partita. Tutto nasce da un destro di Dzeko che colpisce il palo, perché sull'azione successiva Alex Sandro colpisce la palla con il braccio sinistro su una conclusione di Ünder. Guida assegna il rigore con l'aiuto del Var e Perotti spiazza Szczesny. Sarri cambia subito inserendo Higuain e Danilo per Dybala (che esce contrariato) e Ramsey. La Roma continua a spingere (entra anche Kalinic per Perotti), ma non riesce a completare la rimonta. La Juve esulta e si prende mezzo scudetto.

ROMA-JUVE: TABELLINO E STATISTICHE

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti