Diretta Gol Serie A in chiaro: è una questione di soldi

I gol in chiaro non sarebbero un problema. La questione resta lo sconto richiesto dai broadcast che la Lega non concede

© ANSA
Andrea Ramazzotti

MILANO - Adesso che si avvicinano la data ufficiale di ripartenza del campionato e il verdetto del Cts sul protocollo degli allenamenti, bisogna sciogliere i nodi che ostacolano il corretto riavvio della Serie A. Della scadenza dei contratti e dei tagli degli ingaggi parliamo in una delle prossime pagine, ma altrettanto cruciale è il fronte televisivo che, dopo la presa di posizione di domenica del ministro dello Sport (deciso a fare vedere in chiaro Diretta Gol), ha un nuovo risvolto. Non c'è solo la battaglia tra Sky, Dazn e Img che chiedono alla Serie A un riequilibrio dei pagamenti (trattasi di sconto) o una dilazione dei pagamenti. Adesso in ballo c'è pure l'idea, tornata d'attualità dopo che era già venuta fuori a inizio marzo quando si doveva giocare a porte chiuse, di far vedere in chiaro almeno i gol delle partite di A. Come successo, per le prime due giornate, in Germania con la Bundesliga. Si tratterà di un "esperimento" ripetibile anche da noi? Spadafora è pronto a utilizzare un decreto legge per normare la trasmissione in chiaro degli highlights della Serie A, ma non vorrebbe scrivere il testo del provvedimento da solo anche perché altrimenti sarebbe necessario un congruo indennizzo per i broadcast. Si aspetta che la Lega, Sky e Dazn gli facciano un assist ovvero che trovino un'intesa e che gliela comunichino in modo da favorire il suo lavoro. Se questo accordo (o almeno una bozza) finisse sul suo tavolo già tra 48 ore, sarebbe più che soddisfatto. Difficilissimo che accada. Di certo farebbe volentieri a meno di nuove tensioni, stavolta tra la A e le tv, adesso che la ripartenza del pallone è a un passo.

Decreto in 24 ore

Riuscire a mettere d'accordo soprattutto i piani alti di via Rosellini e i vertici della tv con sede a Rogoredo, però, è complicatissimo e in questo momento tra le parti c'è grande freddezza dovuta al contenzioso in corso sul pagamento dell'ultima rata dei diritti tv che Sky ha congelato e che i presidenti si aspettano per intero, soprattutto se il campionato terminerà regolarmente. Hanno alcuni pareri legali importanti che li confortano e non intendono fare concessioni. Tanto è vero che tra oggi e domani dalla Lega partirà il decreto ingiuntivo nei confronti della tv di proprietà di Comcast. Un atto che certo non faciliterà l'apertura di un dialogo sulla trasmissione in chiaro di Diretta Gol. Il rischio che sia Spadafora a dover decidere in prima persona, appare concreto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport 

Serie A, la nuova ipotesi: prima i recuperi, poi il via completo
Guarda il video
Serie A, la nuova ipotesi: prima i recuperi, poi il via completo

Commenti