Fiorentina-Sampdoria 1-2: Chiesa, palo al 95'! Quagliarella e Verre micidiali

L'85° gol in Serie A del bomber di Ranieri apre su rigore, Vlahovic illude pareggiando e poi il pallonetto dell'ex Verona chiude i giochi. L'esterno viola si danna ma sbatte sul muro blucerchiato e nel finale colpisce il legno

FIRENZE - Colpo Sampdoria a Firenze, Ranieri batte Iachini e muove la classifica con i primi tre punti della stagione. Al Franchi passa la Samp grazie all'85° gol di Quagliarella in A (preso Vialli) e alla magia di Verre. Non bastano la rete di Vlahovic alla Fiorentina e neppure le iniziative di Chiesa, che sbatte sul muro blucerchiato e sul palo al 95'. L'esterno viola, con la fascia di capitano al braccio, potrebbe aver vissuto la sua ultima partita con la maglia gigliata. Ci prova, va in slalom, ma non sfonda e la Samp ringrazia.

Chiesa fermo al palo, la Fiorentina ko. E Quagliarella prende Vialli
Guarda la gallery
Chiesa fermo al palo, la Fiorentina ko. E Quagliarella prende Vialli

Chiesa capitano

La botta ricevuta da Barella contro l'Inter si è fatta sentire e obbliga Ribery, il migliore contro i nerazzurri, al forfait. Il capitano allora lo fa Chiesa, al centro delle voci di mercato e dell'interesse della Juventus: potrebbe essere la sua ultima partita con la maglia della Fiorentina e lo fa con la fascia al braccio. In attacco Iachini punta su Kouame e dà una chance a Vlahovic dopo l'errore a San Siro che poteva chiudere la partita prima della rimonta dell'Inter. Out anche Pezzella, in difesa c'è di nuovo Ceccherini. Ranieri non rinuncia a Candreva sulla fascia destra, mentre a sinistra si muove Damsgaard. Ramirez scorta Quagliarella in avanti. 

Chiesa alla Juve: i retroscena e le cifre dell'affare

Quagliarella fa 85 gol come Vialli

La Samp preferisce aspettare per ripartire in contropiede, è la Fiorentina a dominare il gioco e a cercare con insistenza le punte e Chiesa sulla destra. All'8' Kouame si divora il vantaggio colpendo male con il piatto davanti ad Audero. Bussa anche Vlahovic, ma il portiere blucerchiato in volo chiude la porta, poi ci prova Biraghi su punizione sfiorando solamente il palo. Ramirez suona la carica col mancino che finisce alto sopra la traversa, lui e Candreva sono i più attivi dei suoi. Al 23' Quagliarella scippa il pallone a Dragowski e segna a porta vuota, ma Giacomelli annulla per fallo. La Sampdoria si è accesa e fa paura e in due minuti crea due gigantesche occasioni: prima Castrovilli svirgola e colpisce la traversa, sulla respinta Damsgaard non sfonda il muro a botta sicura e Dragowski si ritrova il pallone tra i guanti sulla linea di porta; poi Ramirez incorna in tuffo di testa trovando il riflesso straordinario del portiere viola. Ma è il prologo al gol. Quagliarella difende in area e Ceccherini lo tira giù, è calcio di rigore. Dal dischetto il bomber di Ranieri trasforma di potenza al 43' l'85° gol in A, raggiungendo Vialli e mandando la Sampdoria al riposo in vantaggio.

Vlahovic illude, gran gol di Verre. Chiesa, che palo al 95'!

Chiesa ad inizio ripresa va in slalom gigante alla sua maniera e solo all'ultimo il suo tiro è deviato in angolo. L'esterno viola si muove a tutta fascia, attaccando in fase di possesso e difendendo da terzino quando la Fiorentina deve coprirsi. Le fasce sono la porzione di campo più usata, dall'altra parte è Candreva il più pericoloso: colpisce l'incrocio dei pali pieno con una cannonata di destro. Poi è Caceres ad andare vicino al pari di testa sugli sviluppi di corner. Al 71' l'episodio: Milenkovic calcia, sulla traiettoria c'è Vlahovic che stoppa e mette dentro in un attimo pareggiando e firmando il suo primo gol nel post lockdown (l'ultima rete proprio alla Samp). Il nuovo vantaggio blucerchiato con Thorsby viene tolto dal Var per un fallo di mano di Tonelli. Le fiammate della Fiorentina sono spesso affidate all'inventiva di Chiesa, il suo destro non prende il giro giusto. All'83' la Sampdoria torna sopra, questa volta sì: Verre, entrato per Damsgaard, mette giù il lungo lancio di Audero e poi con un delicato pallonetto supera Dragowski. È la magia che spacca il match. Sull'ultima azione della partita Chiesa punta, sposta e calcia incocciando col destro il palo al 95'. Fiorentina sfortunata, vince Ranieri.

Commenti