Agnelli: "De Laurentiis voleva il rinvio, la Juve preferisce vincere sul campo"

Il presidente bianconero è intervenuto sulla gara contro il Napoli che questa sera non si giocherà all'Allianz Stadium: "Ci sono dei protocolli che dobbiamo rispettare e serve lealtà sportiva"

© ANSA

TORINO - Juve-Napoli non si giocherà. Da vedere quali saranno gli strascichi che si porterà dietro questa partita, intanto ai microfoni di SkySport arriva il pesniero del presidente bianconero Andrea Agnelli: “Sono qui perché è giusto, bisogna fare chiarezza. Ci sono dei protocolli molto chiari per queste situazioni e dicono cosa fare in caso di positività. Si applica il protocollo della Figc, quindi si sa cosa fare cioè andare in isolamento fiduciari preso una struttura concordata con l’Asl entro cui il gruppo squadra si isola per continuare ad allenarci e giocare. Quindi stasera avremmo giocato col Napoli. Il lavoro svolto dalla federazione e dal ministero della salute è chiaro. Ieri, saputo della positività nel gruppo squadra, ci siamo isolati per giocare questa sera." Alla domanda se avesse avuto contatti con il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis: "Mi ha mandato un messaggio e io ho scritto che la Juve si attiene ai regolamenti. Lui voleva il rinvio, richiesta legittima, ma abbiamo delle norme che ci dicono come comportarci. Il fatto che una squadra non raggiunga lo stadio per giocare una partita prevista non dà una grande immagine di noi: siamo autoreferenziali, ci preoccupiamo dei problemi interni, senza capire il danno che facciamo il calcio a livello internazionale". Poi la chiusura: "Contento di vincere questa partita a tavolino? Assolutamente no, alla Juve piace vincere sul campo"

Juve-Napoli, l'Allianz Stadium nella notte del big-match mancato
Guarda la gallery
Juve-Napoli, l'Allianz Stadium nella notte del big-match mancato

Agnelli: "Serve lealtà sportiva"

"Il protocollo è studiato dalla Federazione con il Governo. Si tratta di un documento vivo, con i giorni scopriamo sfaccettature che non erano state prese in considerazione. Ma serve lealtà sportiva". Ha proseguito così il presidente della Juve Andrea Agnelli che ha aggiunto: "Non devo farmi un'idea su questo caso. La Circolare ministeriale è il documento che comanda. Dobbiamo fare chiarezza, ci sono dei protocolli chiari che chiariscono come bisogna comportarsi in situazioni come quella che stiamo vivendo: bisogna andare in isolamento fiduciario indicando la struttura. Questo ci permette di continuare a giocare le partite". Idee chiare sul protocollo da parte del patron bianconero: "Questo documento mi lascia sereno sul fatto di poter portare avanti la stagione. Quello che è accaduto oggi non era un caso "nuovo", ma una situazione che nelle scorse settimane si è già visto"

Juve-Napoli, Bonucci e la terna arbitrale sul prato dell'Allianz
Guarda la gallery
Juve-Napoli, Bonucci e la terna arbitrale sul prato dell'Allianz

Agnelli: "Deciderà il giudice sportivo"

"Quanto alle norme sportive, sono chiare: chi non si presenta va incontro a sanzioni disciplinari. Si esprimerà domani il Giudice Sportivo". Non ha dubbi Andrea Agnelli che ora aspetterà il verdetto dei prossimi giorni sulla partita: "Oggi eravamo qua per assistere una delle partite più belle del campionato. Ci troviamo invece a gestire una situazione complessa, ma la tematica è piuttosto semplice".

Agnelli: "Ci sono dei protocolli molto chiari per queste situazioni"
Guarda il video
Agnelli: "Ci sono dei protocolli molto chiari per queste situazioni"

Da non perdere



Commenti