Milan-Verona 2-2: Ibra salva Pioli nel finale

I rossoneri vanno sotto di due reti e rimontano grazie ad un autogol di Magnani e a un gol dello svedese, che poco prima aveva sbagliato un rigore. Napoli e Roma si avvicinano alla vetta
Milan-Verona 2-2: Ibra salva Pioli nel finale© Getty Images
TagsMilanVerona

Contro il Verona il Milan evita la seconda sconfitta settimanale, dopo quella in coppa con il Lille, solo nel finale. E ci pensa sempre lui, Zlatan Ibrahimovic, a segnare di rabbia il gol che al 93' fissa il risultato della sfida di San Siro sul 2-2. C’è da dire che, sempre lo svedese, qualche minuto prima aveva calciato in curva un rigore. E ha reagito a suo modo: da campione.

E’ stato un grande Verona: nel primo tempo ha messo in grossa difficoltà i padroni di casa, andando in vantaggio di due reti (Barak e autogol di Calabria). Un'autorete di Magnani, propiziata da Kessie, ha permesso al Milan di rimanere attaccato alla partita. Poi, nel secondo tempo, ha fatto tutto Ibra. Rigore sbagliato (il terzo stagionale) e gol del pari.

Il Milan mantiene la testa della classifica con 17 punti, seguito dal Sassuolo a 15 e dalla coppia Napoli e Roma (14) che guadagna punti sulla vetta.

Milan, Ibrahimovic fa e disfa: incrocio, rigore fallito e pareggio al 93'!
Guarda la gallery
Milan, Ibrahimovic fa e disfa: incrocio, rigore fallito e pareggio al 93'!

Rossoneri spenti

Pioli schiera Saelemaekers, Calhanoglu e Leao dietro a Ibra. Qualche problema per Romagnoli, gioca Gabbia in difesa. Juric risponde con Barak e Zaccagni dietro a Kalinic.
Il Verona parte fortissimo e impegna da subito Donnarumma. Che però non può nulla già al 7’. Su azione d’angolo, Ceccherini colpisce, il portiere rossonero devia sulla traversa, ma è prontissimo Barak a spingere in rete. Il Milan reagisce con veemenza, ma subisce il raddoppio al 19’. Punizione di Barak, la palla finisce al limite dell’area, Zaccagni colpisce al volo e, complice una deviazione di Calabria, supera Donnarumma. Ma il Milan è lontanissimo dall’essere domato. Su un cross di Saelemaekers si avventa Kessie che, con l’aiuto di una deviazione di Magnani, riporta i suoi in partita. I rossoneri tengono il pallino del gioco fino alla fine del tempo, ma gli ospiti danno sempre la sensazione di poter arrivare in porta con due o tre passaggi.

Tempo di Ibra

Pioli cambia nell’intervallo: dentro Rebic per Saelemaekers, in attacco serve un po’ più di fantasia. I rossoneri attaccano a testa bassa e al 65’ guadagnano un calcio di rigore per un fallo di Lovato su Kessie. Sul dischetto va Ibra che spara altissimo: palla in curva. Al 76’ lo svedese colpisce la traversa con un colpo di testa. Il Verona è alle corde, non riesce più a ripartire. Entra anche Brahim Diaz per un acciaccato Leao. La musica è sempre la stessa: il Milan attacca, il Verona prova in tutti i modi a difendersi. Ma all’89’ capitola. Sponda di testa di Ibra, Calabria è velocissimo a concludere a rete. Il Var però pesca un fallo di mano dello svedese nello stacco. Ibra non è uno che si abbatte. E dopo qualche minuto di testa pareggia, mettendo nello stacco di testa tutta la sua voglia di riscatto. 

MILAN-VERONA 2-2: TABELLINO E STATISTICHE

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti