Roma-Parma 3-0: Mkhitaryan show, è doppietta

Match senza storia. Apre un gol di Borja Mayoral, poi si scatena l'armeno. La squadra di Fonseca vola

© Getty Images
Mattia Rotondi

Non c’è stata partita. La Roma domina il Parma 3-0 con una prestazione da grande squadra. Prima studia l’avversario, poi con calma e autorevolezza chiude la pratica già nel primo tempo, non rischiando nulla, e passa la ripresa gestendo il match.

E’ una Roma dalle idee chiare, trascinata da solito eccezionale Mkhitaryan. L’armeno fa gioco, illumina, torna anche in difesa e soprattutto segna. E quanto segna. La doppietta di oggi lo porta a 5 gol in questo inizio di stagione. Il primo di oggi, in particolare, è un capolavoro. In questo momento è il vero trascinatore, insieme con Pedro.
Ma buone notizie arrivano anche da Borja Mayoral, in gol e molto più nel vivo delle trame offensive rispetto ad altre partite. Bene anche Villar, che comincia a non essere più una sorpresa. Lo spagnolo gestisce bene il gioco, ha cambio di passo e, soprattutto, i compagni gli affidano volentieri il pallone: un grande segno di fiducia nelle sue qualità.

Borja Mayoral e doppietta show di Mkhitaryan: la Roma dà spettacolo!
Guarda la gallery
Borja Mayoral e doppietta show di Mkhitaryan: la Roma dà spettacolo!

Partita chiusa

Fonseca schiera Cristante al centro della difesa. A centrocampo c’è Villar titolare. Manca Dzeko, fiducia al Borja Mayoral, con la coppia Pedro-Mkhitaryan. Per il Parma in attacco c’è l’ex Gervinho insieme con Inglese.
Gli ospiti aspettano i giallorossi, che comandano la gara. Difficile trovare spazi. Ci prova Spinazzola con i suoi guizzi. E ci provano Mkhitaryan e Pedro con scambi stretti. Ma il Parma fa densità e chiude tutti gli spazi. Almeno fino al 28’, quando la Roma trova il corridoio giusto. Grande intuizione di Spinazzola, che verticalizza in area alle spalle dei difensori dove sbuca Borja Mayoral, che di sinistro anticipa il portiere. Il Var controlla: la posizione dell’attaccante è al limite, ma regolare. Tre minuti e arriva il raddoppio. Stavolta ci pensa Mkhitaryan, con un bolide da fuori area che non lascia scampo a Sepe. Il Parma, sotto di due gol, è costretto ad attaccare e la Roma lo punisce al primo contropiede. Campo aperto, cross di Karsdorp perfetto per Mkhitaryan che al volo sul secondo palo non sbaglia. Primo tempo perfetto per i giallorossi: tre gol e nessuna occasione concessa agli avversari.

I giallorossi gestiscono

Chi pensava ad un Parma aggressivo e determinato al ritorno dagli spogliatoi, rimane deluso. Gli ospiti sono molli e scoraggiati. La Roma rallenta i ritmi ed evita di stancarsi inutilmente. Ogni tanto accelera e ogni volta sembra poter calare il poker. Ibanez sente un dolore al flessore e chiede il cambio: entra Juan Jesus. Spinazzola sfiora il 4-0: Sepe gli devia la conclusione a colpo sicuro sulla traversa. Si rivede in campo anche Diawara, che entra insieme con Pellegrini. La partita non ha più nulla da dire. La Roma con la testa è già alle sfide con Cluj e Napoli, i prossimi due impegni, e non vuole rischiare nulla. Anche perché il Parma ha ormai da tempo rinunciato a lottare e aspetta solo il fischio finale.

ROMA-PARMA 3-0: TABELLINO E STATISTICHE

Commenti