Paolo Rossi, Prandelli: "Un amico sincero, non riesco ad accettarlo"

Il tecnico viola alla camera ardente al Menti di Vicenza: "Tanta gente è venuta rendergli omaggio, questo testimonia come ha vissuto"
Paolo Rossi, Prandelli: "Un amico sincero, non riesco ad accettarlo"© ANSA

ROMA - "Per me è un amico, un amico sincero: non riesco a trovare le parole, non l'ho ancora accettato". Cesare Prandelli non riesce a trattenere la commozione per la scomparsa di Paolo Rossi: il tecnico della Fiorentina è andato a Vicenza alla camera ardente del campione scomparso a 64 anni, dove tanta gente dal primo pomeriggio è in fila fuori allo stadio Menti per rendere omaggio a Pablito. "È la testimonianza di come ha vissuto Paolo la propria professione - ha detto l'ex ct azzurro ai microfoni di Sky - e la gente viene a salutare Paolo non il calciatore. È riuscito come pochi al mondo a riprendersi da momenti sempre difficili ricordando i valori dell'amicizia. Non è mai stato un personaggio, lo è diventato perché nel calcio ha fatto quello che ha fatto. Come persona è sempre stato di grande umanità e sensibilità".

Paolo Rossi, l'ultimo saluto nello stadio del Vicenza
Guarda la gallery
Paolo Rossi, l'ultimo saluto nello stadio del Vicenza

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti