Roma-Spezia 4-3: Pellegrini al 92' salva Fonseca!

Doppietta di Borja Mayoral e gol di Karsdorp, Italiano pesca di nuovo la carta Verde dalla panchina - 3-3 al 90' - ma ai liguri non basta: il capitano giallorosso regala i tre punti nel recupero
Roma-Spezia 4-3: Pellegrini al 92' salva Fonseca!© LAPRESSE
Vladimiro Cotugno

ROMA - Nella partita più importante, nel momento più importante della stagione, la firma del campione che salva la sua Roma e salva probabilmente anche il suo tecnico: Lorenzo Pellegrini, dopo una partita sontuosa e con un assist già a referto, piazza al 92' la stoccata della vittoria giallorossa contro uno Spezia capace di non arrendersi mai e di lottare fino all'ultimo, firmando con l'ex Verde il 3-3 al 90' in rimonta che però viene vanificato dall'ultimo assalto vincente romanista. Sorride Dzeko, in tribuna, sorridono i tifosi per una vittoria che allontana il ko nel derby e l'eliminazione in Coppa Italia, esulta come mai Fonseca che vola a tuffarsi nel gruppo dei suoi giocatori dopo il gol decisivo.

Pellegrini segna, Fonseca corre ad abbracciare la squadra
Guarda la gallery
Pellegrini segna, Fonseca corre ad abbracciare la squadra

Mayoral-Piccoli, botta e risposta. Provedel ferma Pellegrini

Fonseca rilancia Kumbulla in difesa, davanti ci sono Pellegrini e Carles Perez a supporto di Borja Mayoral. Dzeko osserva dalla tribuna. Italiano cambia dieci undicesimi della squadra vittoriosa in Coppa Italia, solo Maggiore confermato. La prima accelerata è di Spinazzola, che taglia il campo dalla fascia fino all'area piccola seminando in dribbling tre avversari: puntata per anticipare il portiere respinta dalla difesa. Ritmi bassi, si vive di fiammate, la stanchezza della Coppa e il peso specifico di questi tre punti si fanno sentire. Non dovrebbe essere così per Carles Perez, solo mezz'ora in settimana, che si invola verso il portiere per decidere poi inspiegabilmente di ripiegare invece di concludere. L'esterno sinistro giallorosso, tra i migliori all'Olimpico, torna protagonista al 17' quando vede lo scatto di Pellegrini e lo lancia nello spazio: il numero 7 giallorosso semina Agoume e appoggia al centro dell'area per Mayoral che deve solo spingere in rete l'1-0. Sorride anche Dzeko in tribuna, ma la gioia dura solo sette minuti: duello Kumbulla-Farias in area, il brasiliano riesce a concludere in maniera sporca, la palla rotola lenta ma Pau Lopez in tuffo riesce solo a smanacciarla debolmente, in agguato c'è Piccoli che al 24' rimette tutto in parità. E' l'ultima azione degna di nota dell'attaccante ospite, fermato da un problema muscolare: dentro Galabinov. Pellegrini tira fuori il veleno e conclude in solitaria, seguito da Borja Mayoral: la Roma vuole tornare avanti e ci prova fino all'intervallo, ancora con Pellegrini e un bel destro a giro messo in angolo da Provedel.

Mancini tiene d'occhio Roma-Spezia e saluta Dzeko
Guarda la gallery
Mancini tiene d'occhio Roma-Spezia e saluta Dzeko

Borja Mayoral, doppietta e mitraglia. Tris Karsdorp, veleno Verde, la decide Pellegrini!

Decisamente più acceso il secondo tempo, con tre gol in meno di un quarto d'ora: Borja Mayoral rimette avanti la Roma al 52', imbeccato da Veretout, doppietta e festa con mitraglia alla Bati. Fonseca sorride ancora tre minuti dopo, Spinazzola straripante a sinistra serve un pallone d'oro per l'accorrente Karsdorp che scarica in rete il tris nonostante la disperata difesa sulla linea di Chabot. Sembra chiusa, ma Farias è furbo e spietato nel puntare l'anello debole della difesa giallorossa, un Kumbulla in stato confusionale che si fa beffare in dribbling dal brasiliano che poi deposita in rete al 59' il pallone del 3-2 che tiene i giochi aperti. Tre cambi per lo Spezia, Cristante per Villar unica scelta di Fonseca. Roma vicina al poker in più occasioni, con Carles Perez protagonista in negativo: non conclude da solo davanti al portiere cercando l'assist in mezzo a cinque compagni, poi Veretout rimette al centro con la palla a scorrere a mezzo metro dalla linea di porta senza nessuna deviazione. Ancora Perez ha sul sinistro un tap in facile dopo il miracolo di Provedel su Pellegrini ma spedisce sull'esterno della rete: non è la sua giornata. Dall'altra parte ancora Farias pericoloso, con Italiano che nel finale prova di nuovo la carta Verde: il gioco di prestigio dell'ex riesce di nuovo al 90', con uno svarione incredibile di Smalling che libera il tiro del 3-3, sembra il colpo di grazia a Fonseca ma in pieno recupero Bruno Peres ha la lucidità di servire Pellegrini in area, il numero 7 non fallisce sottoporta, lo Spezia esce sconfitto dall'Olimpico e la panchina di Fonseca sembra un po' più salda.

Roma, 4-3 allo Spezia: Pellegrini salva Fonseca
Guarda la gallery
Roma, 4-3 allo Spezia: Pellegrini salva Fonseca

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti