Trentalange batte Nicchi: è il nuovo presidente Aia

Superato il presidente in carica con oltre il 60% dei voti
Trentalange batte Nicchi: è il nuovo presidente Aia© Bartoletti
Edmondo Pinna

FIUMICINO - Alfredo Trentalange è il nuovo presidente dell’AIA. Ha battuto il presidente in carica Marcello Nicchi, una vittoria molto netta, 193 a 125, oltre il 60% (bastava il 50% più uno). Con lui sono stati eletti Duccio Baglioni (vice presidente), Zaroli e Zappi (Macroregione Nord), Pacifici, Marconi e Katia Senesi (Macroregione Centro) e Archinà e Cavaccini (Macroregione Sud). Trasparenza, parola agli arbitri, condivisione, doppio tesseramento (la possibilità che i giovani calciatori siano contemporaneamente anche arbitri), limite dei mandati presidenziali (massimo due) i punti del suo programma.

Le parole di Trentalange

"Un grandissimo grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la mia elezione, e un grazie speciale a Marcello Nicchi. Mi ha insegnato molte più cose di quelle che ci siamo detti. Glielo devo, perché il percorso che ha fatto è stato pieno di valori, di impegno, e quello che lui ha dato a questa associazione resterà per sempre nel mio cuore". Sono le prime parole di Alfredo Trentalange dopo l'elezione. "Oggi proviamo a fare squadra - ha aggiunto - voi siete l'Aia, vi prego di chiamarmi presidente solo se ci saranno dei problemi, altrimenti chiamatemi Alfredo. Qui possiamo condividere come una squadra, e confrontarci. Fuori siamo dei modelli per i più giovani, credo dobbiamo restituire ai giovani quello che gli altri ci hanno dato. Non è difficile, ce la possiamo fare. Siamo come alberi, possiamo perdere le foglie ma mantenere le radici. Possiamo cambiare le idee pur mantenendo intatti i principi".

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti