Napoli-Crotone 4-3: commento al risultato della partita

Gattuso centra la quinta vittoria nelle ultime sei: decidono i gol di Insigne, Osimhen, Mertens e Di Lorenzo. Mercoledì il recupero con la Juve, ora a pari punti in classifica. A Cosmi non bastano super Simy (doppietta) e Messias
Napoli-Crotone 4-3: commento al risultato della partita© FOTO MOSCA
Pasquale Salvione

Il Napoli continua a credere nella Champions. Con il Crotone è arrivata la quinta vittoria nelle ultime sei partite, un successo che porta la firma di Insigne, Mertens, Osimhen e Di Lorenzo e che avvicina Gattuso nel migliore dei modi e a pari punti in classifica alla supersfida di mercoledì con la Juve a Torino. Non è stato un pomeriggio facile per gli azzurri, che hanno avuto poco equilibrio: scoppiettanti in fase offensiva, fragili e distratti in difesa. Cosmi ha lasciato il “Maradona” con tanto amaro in bocca, dopo averla incredibilmente rimontata è tornato a casa a mani vuote.

Napoli super in attacco e disastroso dietro

L’atteggiamento super offensivo scelto da Gattuso (Politano, Mertens e Insigne alle spalle di Osimhen) ha consentito agli azzurri di metterla subito in discesa: in poco più di venti minuti sono arrivati il vantaggio firmato dal capitano su assist di Di Lorenzo (decisiva una doppia deviazione in area, per lui 104 gol in azzurro come Cavani) e il raddoppio di Osimhen da due passi, al termine di un’altra azione in cui ha messo lo zampino Insigne con un assist al volo. Un fantastico uno-due, ma il sorriso di Gattuso è durato pochissimo. Perché tre minuti dopo Simy, uno dei migliori in campo, ha accorciato le distanze approfittando di un errore di Manolas in uscita. Ci è voluta un’altra magia su punizione di Mertens (che ha colpito anche una traversa) a mandare il Napoli al riposo con due gol di vantaggio.

Mertens suona, Insigne e Osimhen ballano: Napoli-Crotone 4-3
Guarda la gallery
Mertens suona, Insigne e Osimhen ballano: Napoli-Crotone 4-3

Attacco super, ma alla fine decide Di Lorenzo

La rabbia e i cambi di Cosmi nell’intervallo (Vulic e Pereira per l’ex Ounas e Rispoli) hanno però dato una scossa al Crotone, che è tornato in campo e in un quarto d’ora l’ha incredibilmente rimessa in parità. Prima un’altra zampata in mischia del solito Simy, poi la solita fiammata di Messias, bravissimo nell’approfittare di un incredibile regalo di Maksimovic (disastrosa la prova dei centrali azzurri). Troppo sbilanciato il Napoli per tenere botta alla vivacità del Crotone, troppo in ritardo i cambi di Gattuso (Elmas e Lozano per Bakayoko e Politano). Nell’ultima mezz’ora, sul 3-3, è iniziata un’altra partita con gli azzurri che hanno dovuto rimboccarsi le maniche e ricominciare tutto daccapo. Di Lorenzo in mischia ha pescato il jolly con un chirurgico diagonale rasoterra di sinistro che ha beffato Cordaz sul palo lontano. Dopo il gol del 4-3, Gattuso ha dato più sostanza al centrocampo con Zielinski per Mertens e ha visto fallire a Insigne più volte il quinto gol. Alla fine il tecnico azzurro ha portato a casa tre punti d’oro che lo fanno arrivare a pari punti in classifica alla sfida con la Juve, fermata sul pari nel derby dal Torino.

Napoli-Crotone 4-3: cronaca, tabellino e statistiche

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti