Benevento stregato dal Tanque Gaich

Studiava inglese da bambino per poter giocare in Premier. Cresciuto nel San Lorenzo, il giustiziere della Juve è il colpo dei giallorossi
Benevento stregato dal Tanque Gaich© LAPRESSE
TagsGaich

BENEVENTO - Non vuole perdere tempo Adolfo Gaich, il suo futuro lo ha programmato già da un po' e non ha alcuna intenzione di scompaginarlo. Il giustiziere della Juventus è un ragazzo grosso quanto un armadio, uno di quelli a cui piacciono più i fatti che le parole. Ed è uno di quelli che sa ciò che vuole e sa anche come ottenerlo. Con la forza di volontà e con le doti che Dio gli ha dato. Lui con un pallone tra i piedi c'è praticamente cresciuto: da piccolo non se ne separava mai neanche quando andava a dormire e a scuola, alle primarie, dovette convincere i suoi maestri che non lo avrebbe abbandonato neanche in classe.

Benevento che impresa! Gaich piega la Juve all'Allianz Stadium
Guarda la gallery
Benevento che impresa! Gaich piega la Juve all'Allianz Stadium

La corte delle milanesi e il Benevento

Andava pazzo per la Premier League e quando aveva appena compiuto 7 anni pensò di mettersi a studiare inglese, sognando un giorno di andarci a giocare. Lo ha studiato costantemente per sette anni, ha persino un “diploma certificato”. E tutto sommato si può dire che arrivando in Italia quel sogno lo abbia quasi realizzato: da piccoli si pensa col cuore e con l'immaginazione, poi non si fanno più tante differenze. Quando ha cominciato a far gol nelle nazionali giovanili dell'Albiceleste, oltre che nel San Lorenzo, mezza Europa ha aperto gli occhi. Inter e Milan fecero un tentativo mica da niente. Ma la società cara a Papa Francesco aveva fiutato l'affare e quando avvertì il profumo dei rubli non seppe tirarsi indietro. Così nell'estate del 2020, Dolfi si trasferì armi e bagagli a Mosca. Il CSKA non si rivelò la squadra che avrebbe potuto lanciarlo definitivamente nel calcio europeo e lui ci soffrì non poco. Così quando a gennaio è arrivata la chiamata di Pasquale Foggia che avrebbe voluto portarlo a Benevento, non ci ha pensato su due volte. «Vado dove ho più possibilità di giocare», disse, facendo forse il passo più importante della sua carriera. Prestito per sei mesi, ma con l'opzione di rinnovo per un altro anno a favore della società sannita più diritto di riscatto. Un affare persino in prospettiva: Gaich sarà under per la Serie A anche nel prossimo campionato.

Tutti gli approfondimenti sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti