Benevento, Inzaghi: "Salvezza? Dipende da noi"

Il tecnico: "L'Udinese non è solo De Paul. Serviranno scelte difficili e abbiamo anche degli assenti come Tuia o Tello"
Benevento, Inzaghi: "Salvezza? Dipende da noi"© ANSA

BENEVENTO - L'allenatore del Benevento, Filippo Inzaghi, ha parlato della sfida casalinga contro l'Udinese, prossimo avversario dei suoi ragazzi: "La squadra sta bene, tutti i convocati sono al massimo. Domattina deciderò la formazione. I cinque cambi ci stanno dando tanto, ormai nel calcio di oggi esistono due partite. Cercheremo di sfruttare questo aspetto anche domani. E' chiaro che bisogna fare delle scelte difficili perché se giocherà Viola starà fuori Schiattarella o viceversa. Gli assenti non sono nelle migliori condizioni fisiche, spero di recuperarli il prima possibile. Conosciamo bene l'Udinese. Si tratta di una squadra tosta. Non mi aspettavo fosse in quella posizione perché ha dei calciatori molto forti. Li abbiamo già battuti all'andata, sarà una partita tosta in cui ci giocheremo tanto. Non penso faranno una partita difensiva, ognuno farà il suo gioco e speriamo di vedere una grande gara. Abbiamo una opportunità. Nessuno ci ha regalato i nostri 31 punti, abbiamo ancora un vantaggio sulla zona retrocessione. Dipendiamo da noi. Penso che il risultato del Genoa con lo Spezia ci abbia dato ancora più slancio. Tutti abbiamo capito quanto sia stato importante il pareggio del Ferraris".

Pandev risponde a Viola e Lapadula e tocca quota 100 gol in A
Guarda la gallery
Pandev risponde a Viola e Lapadula e tocca quota 100 gol in A

Fra opzioni, pericoli e obiettivi

Ha poi parlato delle sue possibilità e dei più grandi pericoli che possono arrivare dai friulani: "Lapadula, a Genova, ha fatto una grande partita. E' stato sfortunato con la Lazio perché gli hanno annullato un gol buono. E' in un buon momento, così come tutta la squadra che crea e fa delle ottime partite. In questo finale di stagione abbiamo bisogno di tutti e aver ritrovato Lapadula in questo modo potrà darci un grande slancio. Falque può fare la seconda punta nel 3-5-2, ma può giocare anche nel 4-3-2-1 che potremo riproporre domani considerata l'emergenza difensiva. Speriamo di recuoerare Tuia il prima possbile e Caldirola giocherà in ogni caso. Conosciamo la forza di De Paul, ma pensiamo solo a noi stessi: l'Udinese non è solo lui. Dobbiamo cercare di ripetere la prestazione dell'andata. Guardiamo in casa nostra, non dobbiamo aspettare gli altri risultati. Dobbiamo pensare a vincere le nostre partite. Domani sarà fondamentale fare una grande gara al di là del risultato. Giochiamo in casa, purtroppo non ci saranno i nostri tifosi, ma abbiamo la possibilità di fare una grande partita. Dobbiamo cercare di dare il meglio, sapendo che il campionato non finisce domani. E' una gara che vogliamo vincere. Non abbiamo Tello, ma c'è anche Ionita che potrebbe fare il quinto. Se giocheremo a quattro non ci sarà questo problema. Vedremo domani mattina quale sarà la formazione".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti