Calciomercato Benevento, Caserta si presenta: "Lotteremo sempre"

Il tecnico: "Parleremo della rosa e del mercato in società. Voglio una squadra pratica e si sappia adattare. Sau, Improta e Gori saranno fondamentali"
Calciomercato Benevento, Caserta si presenta: "Lotteremo sempre"© FOTO MOSCA
3 min

BENEVENTO - Fabio Caserta, presentato in data odierna dal presidente Oreste Vigorito, ha parlato nella sua prima conferenza stampa da tecnico giallorosso. Caserta ha iniziato mostrando sensazioni e consapevolezza per un progetto ambizioso come quello dell'immediata promozione in A, tanto cara al Benevento: "Ho grande piacere di far parte di questo progetto ma mi rendo conto che sarà difficile arrivare all'obiettivo: assicuro che lotteremo contro tutti e sono certo di aver fatto la scelta giusta. Bisogna evitare di pensare allo scorso anno e guardare al futuro per riportare entusiasmo: bisogna ripartire e cominciare una nuova avventura". E sull'addio al Perugia, Caserta ha detto: "Ringrazio gli umbri e il presidente Santopadre per aver creduto in me ma preferisco mantenere privato ciò che ci siamo detti io e lui: ho scelto di non restare a Perugia a prescindere dal Benevento e per motivi che il presidente stesso sa bene. Ringrazio tutti e non dimentico nulla, ma adesso voglio guardare avanti e farmi voler bene per il mio lavoro".

Tello risponde a Bremer: il Benevento chiude con un pareggio contro il Torino
Guarda la gallery
Tello risponde a Bremer: il Benevento chiude con un pareggio contro il Torino

Stile di gioco, progetti, impatto e i cardini

Subito dopo il tecnico è entrato in "clima Benevento" iniziando a far capire le proprie intenzioni in merito a come pianificare la stagione: "Voglio sfruttare al massimo quest'opportunità che mi è stata data e per l'importanza del Benevento. Mi piace il 4-3-3 ma bisogna sempre vedere il materiale che si ha: ho cambiato tanto in carriera e non ho mai esitato a interpretare. Per quello che concerne il mercato lascerò lavorare la società: sanno ciò che voglio e lavoreremo collettivamente. Posso dire, inoltre, che sulla rosa sono stato molto chiaro e ne parleremo a tempo debito con i dirigenti: solo il club saprà valutare cosa fare". E' stato, poi, il momento di entrare nel merito dell'impatto fra allenatore e dirigenza, prima di passare allo stile di gioco e alle caratteristiche che dovranno avere i sanniti: "Ho conosciuto bene Vigorito pochi giorni fa ma di persona eravamo già stati avversari: mi ha fatto un grande effetto a livello umano e per ciò che ha fatto qui mentre Foggia è stato mio avversario e ci siamo subito capiti sugli obiettivi da perseguire insieme. Ho sempre amato il bel calcio ma non disprezzo l'essere pratico: mi ispiro a Conte, visto che mi ha allenato, soprattutto per il suo carisma. Chiederò ai ragazzi di lottare per 90 minuti: questa è la cosa più importante". Infine, Caserta si è soffermato su quali dovranno essere i punti cardine da cui ricominciare e su cui fondare la rosa: "Sau e Improta sono stati miei compagni alla Juve Stabia e ci siamo subito trovati bene nei nostri nuovi ruoli mentre Gori sarà quello che ci aiuterà di più nel rapporto con la piazza: è un professionista serio e positivo".


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti