Dominguez: "Bologna, voglio giocare di più"

Il centrocampista rossoblù: "Questo è il mio obiettivo, voglio aiutare i compagni per migliorare rispetto alla scorsa stagione. Sorpreso da Vignato"

© FOTO SCHICCHI

PINZOLO - "I primi mesi la mia stagione è andata così così, non ho giocato molto e mi dovevo ancora adattare al calcio italiano. Ma dopo la fine della quarantena ho giocato un po' di più, accumulando fiducia. E per me è stato importante". Questo il bilancio dei primi mesi al Bologna di Nicolás Dominguez, centrocampista argentino classe 1998 arrivato in rossoblù nello scorso mercato di gennaio. "Cosa mi aspetto dalla nuova stagione? Chiaramente voglio giocare di più e diventare importante per la squadra. Devo migliorare e lavoro per farlo, soprattutto sulla fase difensiva ed essere più aggressivo. Cominciare il ritiro con i compagni per me è importante per arrivare all'inizio del campionato con la forma migliore. In Argentina giocavo quasi da trequartista, ma posso giocare in tutti i ruoli del centrocampo, sia a destra che a sinistra. L'aspetto tattico in Italia è molto diverso e con il tempo sono entrato meglio nelle idee del mister. Io al posto di Soriano? Meglio davanti alla difesa. Qui il calcio è molto più fisico e sto lavorando molto di più in palestra. Nazionale? Chiaramente uno ci spera, ma prima ci sono due o tre partite di campionato, poi se l'Argentina mi chiama sono contento". Su Mihajlovic, assente dal ritiro causa isolamento: "È difficile senza di lui, ma lo staff sta lavorando molto bene e anche noi, per farci trovare in forma. Lui mi dice di andare sempre forte e dettare il passaggio".

Fenucci: "Mihajlovic? L'importante è che stia bene"
Guarda il video
Fenucci: "Mihajlovic? L'importante è che stia bene"

Calendario Bologna, parla Mihajlovic

"Mi piace Svanberg, sorpreso da Vignato"

"Il giocatore che mi è piaciuto di più al mio arrivo è stato Svanberg, ora guardo Vignato che fa grandi allenamenti e mi sta sorprendendo. Tra i più esperti guardo tutti, come Poli, e Palacio con cui parlo spagnolo". Sul rapporto con Bologna: "Una città che mi piace, è tranquilla e piace anche alla mia fidanzata... qui a Bologna siamo contenti. Dove possiamo arrivare? Il primo obiettivo è migliorare la scorsa stagione, dove abbiamo fatto tanti punti. Se a metà stagione siamo vicini all'Europa poi si cambierà obiettivo. Pochi gol? Devo cominciare a farne qualcuno, così come gli assist, segnare è importante". Sul debutto con il Milan alla prima giornata: "Sappiamo che sarà difficile, ma non penseremo a quella della scorsa stagione. Cominciamo tutti da zero e pensiamo solo a noi, provando a vincere". "Per me giocare il più possibile è importante, ma soprattutto farlo bene e senza sbagliare. Se io mi prenderei al Fantacalcio? Io prenderei altro (ride, ndr) ma se mi prendono proverò a portare punti. Giocare senza tifosi? È difficile, sembra un allenamento. Ma non dipende da noi, con o senza dobbiamo giocare".

Commenti