E' il Cagliari di Cigarini: prima la regia, poi il rinnovo

Il centrocampista ha già conquistato Zenga: la sua priorità è restare in rossoblù

© LAPRESSE

CAGLIARI - Ci sarà tempo per pensare al rinnovo del contratto perché per il momento l’unico obbiettivo di Luca Cigarini è quello di riportare il più in alto possibile il suo Cagliari. Il 30 giugno il suo accordo con la società rossoblù scadrà e in attesa di capire quali saranno le decisioni adottate dai vertici del calcio, il regista degli isolani non ha alcuna intenzione di mollare la presa ma, anzi, non vede l’ora di festeggiare il suo trentaquattresimo compleanno proprio il giorno nel quale la stagione riprenderà. Il suo contributo sarà preziosissimo in questo scorcio finale di stagione perché la sua esperienza al servizio della squadra sarà utile per trovare le giuste misure in questo momento di grande cambiamento.

Cagliari, affaticamento muscolare per Nainggolan
Guarda il video
Cagliari, affaticamento muscolare per Nainggolan

Walter Zenga ha portato nuove idee al gruppo e un regista come Cigarini non può che far comodo perché ha già acquisito tutti i tempi richiesti dal tecnico ed è pronto a metterli in pratica. Poco importa se dovrà farlo in un Cagliari con una linea mediana a tre, quattro o cinque centrocampisti perché nella sua carriera è stato in grado di ricoprire un po’ tutti i ruoli là in mezzo. Regista con compiti di copertura davanti alla difesa con un centrocampo a tre ma anche mediano di qualità accanto ad un collega di reparto pronto a dedicarsi ai lavori di fatica in caso di doppio centrale, il numero 8 rossoblù ha già iniziato a fare i primi esperimenti alla corte di Zenga e si è subito messo a disposizione. Non dovrà neppure fare i conti con la concorrenza di Oliva che per una distorsione alla caviglia rimediata in allenamento rischia di saltare la trasferta di Verona e per questo il suo posto, messo in discussione in avvio di campionato, sarà già assicurato.

Cagliari, un secolo di storia e una favola diventata realtà VIDEO
Guarda il video
Cagliari, un secolo di storia e una favola diventata realtà VIDEO

Commenti