Cagliari, Di Francesco: "Lazio forte. Vogliamo il risultato"

Il tecnico: "Affrontiamo una grande squadra, con tanti elementi di spicco"
Cagliari, Di Francesco: "Lazio forte. Vogliamo il risultato"© LAPRESSE

CAGLIARI - "Godin? Lo volevamo fortemente, sono contentissimo del suo arrivo. Diego è arrivato con tanto entusiasmo, è convocato per la partita di domani, da valutare se possare giocare dal primo minuto: nell'ultimo periodo si è allenato poco con la palla, ha fatto più che altro lavoro aerobico". Eusebio Di Francesco, allenatore del Cagliari, inaugura la propria conferenza stampa in vista del match con la Lazio commentato l'arrivo del difensore: "Però già nell’allenamento di oggi è entrato in sintonia con i meccanismi, ci sarà tempo poi per registrarli meglio. Ha giocato a grandi livelli con un grande allenatore come Simeone; seguendo l’Atlético Madrid, mi ha sorpreso per la sua capacità di saper difendere quando la squadra si alzava. Il fatto di essere allenato da diversi tecnici per un difensore è un vantaggio”.

Simeone illude Di Francesco, il Sassuolo pareggia con Bourabia
Guarda la gallery
Simeone illude Di Francesco, il Sassuolo pareggia con Bourabia

Identità di squadra

“Abbiamo lavorato questa settimana soprattutto sulla nostra identità, su quel che voglio dalla squadra. Si sono aggiunti nuovi calciatori, è importante provare ripetutamente le varie situazioni per acquisire dimestichezza coi concetti di gioco. A Reggio Emilia nelle fasi iniziali non siamo stati bravi nell’aggredire i portatori di palla, siamo migliorati col passare dei minuti: questo è stato un messaggio positivo per proseguire il discorso, vogliamo limitare agli avversari la possibilità di palleggiare”.

Marin a Villa Stuart, visite mediche per il nuovo acquisto del Cagliari
Guarda la gallery
Marin a Villa Stuart, visite mediche per il nuovo acquisto del Cagliari

Verso la Lazio

“Domani affrontiamo una grande squadra, con tanti elementi di spicco. Naturalmente tutti parlano di Immobile perché è il cannoniere, io vorrei porre l’attenzione su Luis Alberto, un assistman capace di mandare in porta i compagni in ogni situazione di gioco. La Lazio è un gruppo rodato, giocano insieme da anni con sempre lo stesso allenatore: un vantaggio ma non significa che il risultato sia deciso in partenza. Metterò in campo la formazione che mi darà più affidabilità e garanzie, tenendo presente che le cinque sostituzioni mi permettono di modificare l’assetto in qualsiasi momento. Non penso alle difficoltà proposte del calendario, i banchi di prova per me sono quotidiani. Raggiungere un risultato positivo contro la Lazio sarebbe importante per avere continuità e accelerare i tempi di comprensione di quel che cerco di trasmettere alla mia squadra”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti