Cagliari, Di Francesco contro le Nazionali: "Ora non è scelta condivisibile"

Il tecnico rossoblù alla vigilia della Juve: "La mia lamentela è condivisa da altri colleghi. Non sarà semplice rinunciare a Godin e Nandez. Abbiamo gli uomini contati, servirà uno sforzo di tutti"
Cagliari, Di Francesco contro le Nazionali: "Ora non è scelta condivisibile"© Getty Images

CAGLIARI - Eusebio Di Francesco, allenatore del Cagliari, è atteso dalla difficilissima trasferta di Torino contro la Juventus, in programma domani sera. In conferenza stampa, l'allenatore abruzzese esordisce parlando della positività al covid di Godin: "Preparare la partita in 12 ore, con giocatori che non sappiamo in che condizioni arrivino, condiziona sicuramente il tutto. Ritengo non condivisibili queste partite in Nazionale: questo ci dà rabbia, ma anche determinazione per preparare la sfida di domani. Certamente i calendari non aiutano: penso anche alla Juventus, a chi è impegnato in Champions ecc. È impossibile che i giocatori possano reggere questi ritmi, il turnover è necessario. Credo che la mia idea sia condiviso da tanti colleghi. Però guardiamo a domani con ottimismo, chi giocherà domani dovrà dimostrare di essere in forma. Marin, per dire, è rientrato ieri sera alle 22.30, con poco riposo. Chiederemo uno sforzo a tutti, abbiamo uomini contati. Lo scopriremo solo giocando, in che condizioni sono tornati".

Dybala torna in gruppo: ora vuole stupire Pirlo e la Juve
Guarda la gallery
Dybala torna in gruppo: ora vuole stupire Pirlo e la Juve

Mancherà Nandez e modifiche tattiche non sono escluse: "Sicuramente rinunciare a Nahitan non sarà semplice, così come a Godin e a Lykogiannis. Sulla Juventus vi dico: andate a vedervi i loro numeri, parliamo di una squadra di altissima qualità e calciatori top. Dobbiamo ragionare più di gruppo, al di là degli interpreti. Abbiamo lavorato con gli 11 giocatori che c'erano: non esiste squadra in Europa che non faccia le due fasi in un certo modo. Aspettatevi di tutto domani. Potremmo giocare con i 4 attaccanti, così come potrei cambiare modulo". I bianconeri partono favoriti: “Non pensiamo in questa maniera: andremo a giocarcela con le nostre forze e qualità a disposizione. È normale che nell'ambiente bianconero sostengano che debbano vincere domani, mi preoccuperei se dicessero il contrario. Ci concentreremo solo su questa gara ed è bello sognare di poter vivere una giornata importante”.

Di Francesco non si focalizza sulla difesa: “Non sono preoccupato di un reparto in particolare, ma dell’equilibrio di squadra e dell’identità che la squadra cerca. A certe situazioni si sopperisce solo a livello di squadra: voglio i miei ragazzi agguerriti e senza paura, ma per tutto il campionato. Per quanto riguarda Tripaldelli, si è allenato bene e potrebbe partire titolare". Il tecnico conclude così: "La Juve peggiore degli ultimi anni è quella di adesso? Beh, chi lo sostiene deve avere sicuramente la sfera magica... sono state giocate solo 7 partite, stiamo parlando di una grande squadra. Odio questi giudizi affrettati, aspettiamo qualche mese in più, vale anche per noi”.

Commenti