Genoa, Ballardini: "Soddisfatto, l'Udinese è una grande squadra"

Il tecnico dopo l'1-1: "In certi momenti le cose girano e vinci anche se non devi, in altri no... teniamoci stretto questo punto"
Davide Ballardini (Genoa): 2021© Getty Images
TagsSerie A

GENOVA - "Gli ultimi 3' non hanno cambiato la mia valutazione della gara, il Genoa ha giocato una buona partita contro una squadra importante e siamo soddisfatti della prestazione". Così Davide Ballardini dopo il pareggio casalingo 1-1 con l'Udinese, ai microfoni di DAZN. "La nostra idea era di non dare riferimenti, i difensori dell'Udinese sono alti 1,90 e volevamo attaccare lo spazio: siamo riusciti a farlo, anche se non sempre bene. L'Udinese è una squadra che quando difende lo fa con tutti i giocatori dieci metri dentro la sua metà campo, bisogna essere bravi a girare il pallone facendoli allargare e inserendosi, ma non è facile - ha spiegato il tecnico del Genoa -. Mi pare che loro abbiano concesso poco a Inter e Milan, oggi è paragonabile alle più forti del campionato. Il rammarico è per le occasioni a 1' dalla fine, ma bisogna valutare la prestazione nel suo insieme, in certi momenti le cose girano bene e vinci, in altre meno e devi essere contento per un pareggio come questo. L'Udinese non concede nulla ed ha giocatori forti individualmente, io sono davvero soddisfatto per questa partita e questo punto preso".

Pandev illude il Genoa, poi De Paul firma il rigore del pari Udinese
Guarda la gallery
Pandev illude il Genoa, poi De Paul firma il rigore del pari Udinese

"Strootman giocatore di classe. Scamacca? Deve imparare i movimenti"

Sui singoli Ballardini ha spiegato:"Biraschi lo conosciamo e se sta bene ha il dovere di essere quello lì, siamo contenti che stia bene ma da qui in avanti deve giocare come oggi. Strootman ha spessore, è un giocatore di classe, ma umile e intelligente, siamo felici di averlo: fa tutto e lo fa bene, con serietà". La chiosa è su Scamacca: "Per me con le qualità che ha deve imparare il mestiere nel movimento, nel venire incontro o andare in profondità. Bisogna saper giocare per i compagni e con i tempi giusti, per ora non possiamo permetterci di avere un secondo attaccante o un trequartista, ci servono equilibri" ha concluso.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti