Corriere dello Sport

Inter

Vedi Tutte
Inter

Gabigol, l'agente sbotta: «L'Inter ci aveva promesso altro»

Gabigol, l'agente sbotta: «L'Inter ci aveva promesso altro»
© LaPresse

Wagner Ribeiro, procuratore dell'attaccante, riapre le porte a un eventuale prestito: «Adriano è andato al Parma ed è tornato Imperatore»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 21 dicembre 2016 10:25

MILANO - "A Thohir, durante Inter-Fiorentina, ho chiesto perché Gabigol non giocava: era il secondo tempo e la squadra vinceva 3-0". A raccontarlo è Wagner Ribeiro, procuratore di Gabigol, l'attaccante brasiliano che in questo inizio di stagione ha giocato soltanto 19 minuti con la maglia dell'Inter. "Capisco che è giovane e che ha tanto da imparare - dice a Fox Sports Radio Brasil -, ma mi chiedo cosa gli manchi per giocare. Se l'Inter fosse in testa alla Serie A direi che stanno aspettando per farlo giocare. Ma l'Inter è a metà classifica e lui non ha chance...".

LA SCELTA - Gabigol ha scelto l'Inter tra tante, racconta il suo procuratore: "L'aspetto decisivo è stato quello economico, perché la Juve è allo stesso livello dell'Inter. C'erano anche Leicester e Atletico Madrid"

Tutto sul Calciomercato

LE PROMESSE - "Quando ho parlato con Ausilio - continua Wagner Ribeiro - gli ho chiesto se l'allenatore sapesse dove e come fare giocare Gabriel o se avesse già in mente di non farlo giocare perché non lo riteneva pronto. Mi ha risposto che avrebbe giocato: è già passato metà campionato e ancora non ha giocato".

Inter, a Gabigol basta poco: «Volere e credere»

L'IPOTESI "ADRIANO" -  "A gennaio - conclude il procuratore di Gabigol - chiederò ad Ausilio qual è il progetto di Pioli per lui: gli daranno qualche chance o lo mandano via in prestito? Non voglio obbligare l'allenatore, ma se non ha opportunità nell'Inter allora che giochi in un'altra squadra: Adriano, per esempio, è andato al Parma ed è tornato Imperatore. In Brasile? Me lo hanno chiesto 4 squadre ma è difficile, guadagna uno stipendio 'europeo'".

Articoli correlati

Commenti