Inter, ecco Conte: le dieci frasi più celebri dell'allenatore pugliese
© EPA
Inter
0

Inter, ecco Conte: le dieci frasi più celebri dell'allenatore pugliese

Ora è ufficiale, l’ex tecnico della Juventus la prossima stagione guiderà la formazione nerazzurra. Lui “entusiasta della nuova avventura”, mentre per Zhang “è uno dei migliori”

ROMA - Antonio Conte è ufficialmente il nuovo allenatore dell’Inter. Una notizia che era nell’aria già da diverse settimane, ma che solo stamattina ha assunto i caratteri dell’ufficialità. Sono già arrivate le prima parole del tecnico ex Juventus: “Inizia un nuovo capitolo della mia vita, sono entusiasta. Cercherò con il lavoro di ricambiare tutta la fiducia che il Presidente e i dirigenti hanno riposto in me. Ho scelto l'Inter per la Società, per la serietà e l'ambizione del progetto. Per la sua storia. Mi ha colpito la chiarezza del Club e la voglia di riportare l'Inter dove merita”.

Conte all'Inter, è ufficiale

Conte, intanto, domani volerà verso Madrid con la nuova dirigenza per assistere alla finale di Champions League tra Tottenham e Liverpool. Dirigenza che ha già speso parole al miele per il tecnico pugliese, con il presidente Steven Zhang che ha commentato così l’arrivo dell’ex ct della Nazionale sulla panchina dell’Inter: “Sono sicuro che Antonio Conte sia uno dei migliori allenatori che esistano. Sono certo che ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo, a realizzare la nostra missione che è sempre la stessa: riportare questo club tra i migliori al mondo”.

Le dieci frasi più famose di Antonio Conte

"Non si può mangiare con 10 euro in un ristorante da 100 euro”

“Per vincere ci vuole testa, cuore e gambe. Non in quest'ordine preciso”.

“Chi vince scrive, chi arriva secondo ha fatto un buon campionato ma non ha fatto la storia”

“Chi affronta la Juve fa sempre la partita della vita. Per noi è normale amministrazione”

“Il perdono fa parte del compito dell'allenatore, altrimenti su 25 calciatori ne salveresti 10”

“La Juve l'ho lasciata antipatica e l'ho trovata simpatica. Voglio che torni antipatica presto. Io se perdo muoio”

“Io vivo per la vittoria. In Nazionale chiamerò chi lo merita, voglio solo grandi uomini, dentro e fuori dal campo”

“Non è che ti svegli alla mattina e dici: oggi vinco. C'è un percorso da rispettare e non ci sono scorciatoie”

“Voglio continuare a crescere, a stupire me stesso e gli altri. La Juventus non è un punto di arrivo. Tutto per me è un punto di partenza”

“Più vai in vetta e più sono forti le folate di vento”

Conte: "Entusiasta dell'Inter". Cittadella, Serie A ad un passo

Tutte le notizie di Inter

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti