Conte: «Inter, mi sei piaciuta»

In conferenza stampa il tecnico dell'Inter rammaricato per il pareggio, ma soddisfatto della prestazione dei suoi: "La squadra ha dato tutto nonostante le difficoltà e faremo così anche se abbiamo 13-14 elementi disponibili. I tedeschi hanno pareggiato con 2 tiri in porta. Dobbiamo migliorare alcune situazioni, ma sono orgoglioso di allenare questo gruppo. Il ko del Real contro lo Shakhtar? Risultato che non mi piace".

© Getty Images
Andrea Ramazzotti

MILANO - Soddisfatto per lo spirito mostrato dalla sua squadra, ma non per il risultato. Antonio Conte nella conferenza stampa successiva al 2-2 contro il Borussia Mönchengladbach non ha nascosto il suo disappunto per un risultato che sperava diverso. Sul banco degli imputati i troppi gol concessi: "Oggi se guardo le statistiche noto che il Borussia ha fatto due tiri in porta. Non mi ricordo parate di Handanovic o conclusioni da parte loro. Oggi la partita l'abbiamo dominata sotto tutti i punti di vista. Non posso che essere soddisfatto della prestazione dei ragazzi, ma dobbiamo essere più attenti in alcune occasioni. Ci sono situazioni individuali da migliore, ma mi viene difficile commentare un pareggio dopo quello che abbiamo mostrato contro i tedeschi. Avessi potuto intervenire al 65' sulla partita (intende con i cambi che non aveva, ndr), avremmo rialzato il calo di intensità che c'era stato. I ragazzi però bisogna elogiarli perché stanno fronteggiando situazioni che con il calcio hanno poco a che fare e lo fanno senza accapare alibi".

TANTE ASSENZE - Sabato la trasferta di Genova contro i rossoblù. Le assenze saranno molte: "Questa non è la situazione ideale che un allenatore vorrebbe. Ci sono defezioni che a livello sportivo non hanno niente a che vedere. Siamo in 13-14 effettivi e, anche se giocheranno sempre gli stessi ogni 3 giorni e pagheremo dal punto di vista delle energie e dal punto di vista fisico, al tempo stesso affronteremo la situazione a testa alta. Per questo sono orgoglioso di questi ragazzi che fanno fronte a difficoltà. Sono orgoglioso di allenare questo gruppo di calciatori".

GIRONE COMPLICATO - Finale sulla situazione del girone: "Considerato che il Real Madrid nella Champions giustamente viene sempre considerata tra le papabili per la vittoria finale, uno pensa che nel proprio gruppo un posto per i quarti sia già occupato dal Real. Almeno pensando in maniera lucida. La sconfitta della formazione di Zidane è un risultato che a me non fa piacere, ma sapevo delle difficoltà che il Real avrebbe potuto incontrare contro uno Shakhtar che noi abbiamo affrontato due mesi fa e che è un'avversaria tosta".

Commenti