Champions League Juventus, Allegri: «A Lione con Dybala e Higuain»

Il tecnico dei bianconeri: «Dispiace per Mandzukic perché abbiamo bisogno di lui. A centrocampo a cinque? O a tre o quattro ma è fondamentale vincere»
Champions League Juventus, Allegri: «A Lione con Dybala e Higuain»© EPA

LIONE (FRANCIA) - Massimiliano Allegri vuole allungare anche in Champions League. Dopo il successo a Zagabria il tecnico dei bianconeri non molla e anche in Francia, contro il Lione, l'obiettivo è quello di vincere. Bisognerà farlo senza Mandzukic ma per il tecnico la sostanza non cambia: «Dispiace per Mandzukic, abbiamo bisogno di lui. Gli attaccanti contro il Lione saranno due, Higuain e Dybala. Centrocampisti? O tre o quattro (sorride, ndr) ma domani è fondamentale vincere».

Champions League: la Juventus scopre lo Stade des Lumieres, le immagini
Guarda la gallery
Champions League: la Juventus scopre lo Stade des Lumieres, le immagini

SUGLI INFORTUNATI - Allegri poi precisa il discorso sugli infortunati: «Non sono preoccupato, ma devo far giocare quelli che ho a disposizione. Capita durante la stagione in cui mancano 3-4 giocatori. Nessuno lo vorrebbe ma succede. Dispiace per Mandzukic ma speriamo che non sia niente di lungo, anche Chiellini è una cosa lieve e Marchisio si sta riavvicinando ora ai campi. In qualche modo sistemiamo le cose. Il Lione ha giocatori di qualità, è una squadra organizzata e ha giocatori esperti. A Nizza sono andati subito sotto ma domani sarà complicato perché le partite di Champions sono tutte difficili, sia per loro ma anche per noi». Poi sui singoli degli avversari: «Lacazette e Fekir? Bravi e veloci soprattutto nelle ripartenze e in quella situazione di gioco dovremo stare attenti».

VIDEO, ALLEGRI: «CONTA VINCERE»

MANDZUKIC KO - TUTTO SULLA JUVENTUS

SUL CAMPIONATO - Allegri poi dice la sua sul campionato e sul fatto che la Juve non stia convincendo sotto il profilo del gioco: «Giochiamo male? Non capisco cosa vuol dire. Conta cosa succede il 31 maggio e conta essere in cima. Nell'albo d'oro ci sarà scritto chi ha vinto non chi ha giocato bene o male. Ci sono squadre che giocano veramente bene e il Milan lotterà per i primi tre posti. Hanno buoni giocatori e la stessa Roma ha fatto una buona partita contro il Napoli. La Juve però ha le sue caratteristiche tecniche e caratteriali e con quelle dobbiamo arrivare fino in fondo poi ci sono anche gli avversari che a volte ti fanno giocare peggio». Poi sul ruolo di Pjanic di regista: «Il ruolo di centrale in mezzo al campo? Hernanes ha le caratteristiche che si avvicinano di più a quel ruolo. Lo stesso Lemina può sia coprire che rilanciare l'azione. Con l'assenza di Marchisio devo sempre scegliere tra i giocatori che ho a disposizione perché abbiamo tante partite. Lo stesso vale per gli interni a centrocampo. L'importante è che quando faccio riposare i "titolari" chi entra al loro posto porti a casa i punti in palio. Fino ad ora abbiamo perso solo con l'Inter, ma adesso bisogna fare punti in Champions». Infine sugli obiettivi con la Juve in questa prima parte di stagione: «Quest'anno l'obiettivo è passare il turno perché sarebbe il settimo anno di fila che le mie squadre passano il turno in Champions».

GENESIO: «CON LA JUVE UNA DIFESA SOLIDA»

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti