Insulti a Benatia, la replica della Rai alla Juventus

Il difensore aveva sentito in cuffia 'Stai zitto, marocchino di m...' ma l'azienda ha precisato di essere estranea ai fatti
Insulti a Benatia, la replica della Rai alla Juventus

TORINO - Gli insulti razzisti a Benatia, in diretta televisiva, stanno infiammando i rapporti tra la Juventus e la Rai. L'azienda televisiva, dopo il comunicato del club e le accuse dei tifosi, si è difesa dicendosi estranea alla frase "Stai zitto, marocchino di m...". La Rai ha fatto sapere che nessuno dei suoi dipendenti ha pronunciato le parole razziste: «La Rai è dispiaciuta per il deplorevole episodio di razzismo che ha coinvolto Benatia durante la trasmissione Calcio Champagne e che per fortuna non è stato accessibile ai telespettatori non essendo andato in onda. Rai ha messo in moto tutte le verifiche del caso per individuare il responsabile dell'accaduto e al momento gli approfondimenti tecnici istruiti portano a escludere - si legge nella nota - che a pronunciare le inaccettabili frasi possa essere stato un dipendente dell'azienda. La ricerca andrà avanti». La Juventus, dopo aver espresso solidarietà a Benatia, ha risposto alla Rai: «Confidiamo che le verifiche messe in atto da Raisport proseguano senza indulgere in alibi che tendono a minimizzare quanto accaduto o a distorcere i fatti».

Juve, Benatia sente un insulto durante un'intervista sulla Rai
Guarda il video
Juve, Benatia sente un insulto durante un'intervista sulla Rai

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti