Juve, i sogni di Bernardeschi: "Un caffè con Agnelli e giocare con Zidane"

L'attaccante dei bianconeri si racconta durante la quarantena: "Allenamento tutti i giorni. Mi sarebbe piaciuto scendere in campo con il francese, Baggio e Boniperti. 

© Juventus FC via Getty Images

TORINO - "Io sto bene, ovviamente però in questa situazione particolare siamo tutti un po' sofferenti perché ci ha portati lontano dalle cose più care. Cerchiamo di goderci i momenti con le nostre famiglie". Così l'attaccante della Juventus Federico Bernardeschi, ospite di ‘A casa con la Juve’, su Jtv e sui canali social, raccontando come vive i giorni dell'emergenza Coronavirus. "Faccio allenamenti quotidiani, aiuta a scaricare e a non pensare - ha raccontato l'esterno della Juventus - e soprattutto più uno si allena, più si vuole allenare".

Bernardeschi: "Avrei voluto giocare con Boniperti, Baggio e Zidane"

Quando gli vengono chiesti tre campioni della Juve con cui avrebbe voluto giocare risponde: “Boniperti, Baggio e Zidane”. Tra gli uomini della storia con cui prenderebbe un caffè c’è una figura leggendaria legata alla Juventus: “L’avvocato Agnelli – dice Bernardeschi – poi Nelson Mandela, Roger Federer, Angelina Jolie, Jimi Hendrix, i Nirvana, Maria De Filippi e Roberto Benigni”.

I migliori momenti di Bernardeschi con la Juventus

Commenti