Sarri non è tranquillo per lo scudetto: “Lo sapete che dice il proverbio?”

L'allenatore bianconero, dopo il pareggio con l'Atalanta, si affida anche a un pizzico di scaramanzia: "Pjanic fuori? Non stava benissimo. A un certo punto ho pensato anche di poter vincere"
Sarri non è tranquillo per lo scudetto: “Lo sapete che dice il proverbio?”© Juventus FC via Getty Images

TORINO Maurizio Sarri tira un sospiro di sollievo per il pareggio della sua Juve contro l’Atalanta, ma non vuole ancora sentir parlare di scudetto: “Abbiamo affrontato una delle migliori squadre in Europa, in forma – dice l’allenatore bianconero a Dazn - abbiamo voluto per troppo tempo la palla addosso. Abbiamo preso due gol su palla persa, giocare con l’Atalanta è diverso, abbiamo fatto bene nel secondo tempo, meritando il risultato, in un certo momento ho pensato anche di poterla vincere. E' un punto importante, ma che pesa un punto. Prima avevamo 7 punti di vantaggio, ora 8”. Quando gli chiedono se si sente più tranquillo per il titolo, Sarri sorride: “No, anche perché esiste un proverbio fiorentino a proposito di tranquillo….”. E dallo studio di Dazn, non senza ironia, gli confermano che anche a Roma esiste quel proverbio.

L'esclusione di Pjanic

Sulla fase offensiva contro l’Atalanta, Sarri dice: “Era una gara difficile per gli attaccanti, meno per Cristiano Ronaldo, a Dybala piace venire in su. Nella parte finale abbiamo provato con Higuain che poteva aprire degli spazi. Pjanic non stava benissimo e abbiamo preso scelte diverse, non volevo correre il rischio di un infortunio”. Poi confronta la gara persa con il Milan e il pari con i nerazzurri di Gasperini: "Nel secondo tempo abbiamo messo più energia e corso più in avanti. Era chiaro che ci sarebbero stati momenti difficili, venivano da nove vittorie, un problema per tutti. Non ho dubbi che non abbiamo avuto problema fisico a Milano, era uno svenimento. Stasera eravamo meno brillanti dal punto di vista fisico ma siamo andati bene come tenuta".

Ronaldo salva la Juve con l’Atalanta: la tensione di Sarri
Guarda la gallery
Ronaldo salva la Juve con l’Atalanta: la tensione di Sarri

Bonucci: "Importante tenere lontano le inseguitrici"

Oggi era importante provare a vincere, ma portare a casa un punto mantiene a distanza la Lazio e la stessa Atalanta. La squadra ha fatto un grande lavoro di sacrificio, lo spirito di gruppo è quello che dobbiamo avere. Stasera quello che dobbiamo guardare è il risultato: è un punto verso lo scudetto: si vince anche grazie a questi risultati". Queste le parole di Leonardo Bonucci a Dazn dopo il pareggio con l'Atalanta: "E' sempre dura giocare contro di loro. Era troppo importante portare a casa il risultato, è un punto importantissimo che tiene lontane le inseguitrici". Un pareggio fondamentale per i bianconeri, che mercoledì sono attesi da un altro impegno complicato contro il Sassuolo: “Adesso recuperiamo le energie e pensiamo alla prossima gara, incontriamo una dopo l'altra due squadre che giocano bene. A Reggio Emilia sarà difficile portare a casa il risultato”, conclude Bonucci.

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti