L'errore di Cristiano Ronaldo: lasciare prima la bolla della Juve

L'asso portoghese non ha accettato di restare al J Hotel fino a quando previsto. Ora salterà le sfide con Crotone, Dinamo Kiev, Verona e forse anche il Barcellona con Messi
L'errore di Cristiano Ronaldo: lasciare prima la bolla della Juve© Juventus FC via Getty Images
Nicola Balice

TORINO - Chissà se Cristiano Ronaldo è scaramantico. Alla fine pure lui si è dovuto iscrivere alla lunga lista di campioni eccellenti contagiati dal Coronavirus. Chissà se Ronaldo è scaramantico e se magari si sta pentendo di essere volato via dalla bolla della Juve, nonostante tutto, già lunedì scorso. Perché non esiste controprova, in questi casi la fatalità è tutto. Ma se CR7 avesse accettato di restare al J Hotel fino a quando previsto, quindi mercoledì sera, forse avrebbe potuto evitare il contagio. O per meglio dire, se CR7 avesse accettato di rispettare l'isolamento fiduciario, forse avrebbe potuto evitare il contagio: perché sarebbe stato sufficiente restare nella sua lussuosa villa nella precollina torinese in compagnia di Georgina e i suoi figli, in attesa che venisse dato l'ok alla partenza dei giocatori per le rispettive nazionali.

Ronaldo positivo, sul web si scatena l'ironia su De Luca
Guarda la gallery
Ronaldo positivo, sul web si scatena l'ironia su De Luca

Cristiano Ronaldo e la scelta di lasciare Torino

Invece Ronaldo, così come tanti suoi compagni di squadra (da Cuadrado a Dybala, da Danilo a Bentancur e Demiral), ha deciso di partire senza perdere un solo giorno di ritiro con il Portogallo. Raggiungendo così la selezione lusitana puntualissimo. E convivendo così con José Fonte, il primo compagno di nazionale a essere risultato positivo martedì scorso. Seguito a ruota da Anthony Lopes, la cui notizia della positività è di venerdì scorso. Forse non sarebbe cambiato nulla, ma se Ronaldo avesse raggiunto il ritiro della Nazionale solo nella notte tra mercoledì e giovedì come tanti compagni di Juve (Bonucci e Chiellini, Ramsey e Szczesny, Kulusevski e Rabiot), avrebbe sensibilmente ridotto i rischi di essere contagiato.

Ronaldo positivo, la news fa il giro del mondo
Guarda la gallery
Ronaldo positivo, la news fa il giro del mondo

Cristiano Ronaldo in quarantena dieci giorni

Perché se per aver abbandonato l'isolamento fiduciario prima del necessario dovrà al massimo pagare un multa compresa tra i 400 e i 1000 euro, il conto che gli è stato servito è ora ben più salato: CR7 è fortunatamente asintomatico ma ora dovrà restare in quarantena per almeno 10 giorni aspettando di essere negativo al doppio tampone, salterà Crotone-Juve, Dinamo Kiev-Juve, Juve-Verona e forse anche la sfida con Leo Messi e il Barcellona. Chissà se Ronaldo è scaramantico. E chissà se pure Vincenzo De Luca, governatore della Campania, col senno di poi si sarebbe risparmiato una delle battute sparate venerdì scorso: ma questa è un'altra storia.

Juve, Cristiano Ronaldo positivo al Coronavirus
Guarda il video
Juve, Cristiano Ronaldo positivo al Coronavirus

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti