Pirlo: "Juve, non puoi sempre prendere lo schiaffo per reagire"

L'allenatore bianconero dopo il pareggio contro il Verona: "Dobbiamo partire con più decisione. Dybala mi ha stupito, mentre Bonucci..."

La Juve va sotto con Favilli, poi reagisce e assalta il Verona ma sfonda solo con Kulusevski, bravo a inventarsi il pareggio. Pirlo a fine partita riflette ai microfoni di Sky sul terzo pari in cinque partite di campionato: "Il nostro primo tempo è stato troppo attendista, eravamo poco aggressivi anche se avevamo avuto le occasioni migliori. Abbiamo reagito dopo il gol loro, ma non serve prendere lo schiaffo per reagire. Kulusevski? L’avevamo fatto riposare ed era l’unico cambio a disposizione, gli altri erano tutti ragazzi. È entrato benissimo" ha sottolineato. 

Favilli entra, segna alla Juve e si fa male
Guarda la gallery
Favilli entra, segna alla Juve e si fa male

Juve, Pirlo su Dybala e Ronaldo

"Dybala? Non ci aspettavamo restasse in campo 95’, è stata una nota positiva. Bonucci vediamo, aveva sentito qualcosa già a Kiev, ha stretto i denti oggi, valuteremo poi" ha spiegato Pirlo. Che prosegue: "La partita si è basata molto sui duelli, abbiamo sbagliato la scelta dell’ultimo passaggio, potevamo fare sicuramente meglio ma molte combinazioni nello stretto le abbiamo indovinate. Il Verona mette tanta intensità e per questo avevamo lavorato sulla pressione uomo contro uomo. Il clima di oggi rispetto alla Champions era più soporifero, ma dobbiamo partire con più decisione. Ronaldo? Può giocare sia con Dybala che con Morata, a seconda delle occasioni, sempre sul centro-sinistra più che da esterno. Possono coesistere. Poi oggi ci mancava l’ampiezza con Chiesa e abbiamo voluto inserire Bernardeschi per dargli un po’ di minutaggio. Le posizioni possono scambiarsi, l’importante è muoversi coi tempi giusti e coprire sempre le porzioni di campo".

Juve, maglia rosa con il Verona: disegnata a mano da Pharrell Williams
Guarda la gallery
Juve, maglia rosa con il Verona: disegnata a mano da Pharrell Williams

Commenti