Nedved: «La Juve non è Ronaldo-dipendente»

Parlando a Sky il vice presidente bianconero ha sottolineato l'importanza del portoghese senza sminuire la squadra: "Averlo o non averlo per i giovani cambia. A livello di esperienza e leadership lui, Chiellini e Bonucci danno tanto. I suoi 750 gol? Se ci arriva... raggiunge Nedved".
Nedved: «La Juve non è Ronaldo-dipendente»© ANSA
Andrea Ramazzotti

INVIATO A TORINO - Pavel Nedved rifiuta l'etichetta di Juventus dipendente da Ronaldo, anche se riconosce tutta l'importanza del fuoriclasse portoghese per la formazione di Pirlo. Il vice presidente bianconero nei minuti che precedono il match contro la Dinamo Kiev ha parlato del portoghese e riguardo a lui non ha mostrato dubbi: "Non siamo dipendenti da Cristiano, ma quando ti manca un giocatore di questo spessore, soprattutto per i giovani, è ovvio che lasci qualcosa. Non hai uno che dispone di notevole qualità e in campo qualcosa ti cambia. Questo discorso vale per lui, ma anche per Bonucci, Chiellini e i calciatori di questo spessore. Il nostro nuovo gruppo ovviamente ne risente. Cosa succederà in caso di doppietta? Raggiungerebbe a quota 750 gol in carriera... Pavel Nedved (sorriso, ndr)".

"La Juve, già qualificata, non vuole fare regali". Le ultime su Juventus-Dinamo Kiev
Guarda il video
"La Juve, già qualificata, non vuole fare regali". Le ultime su Juventus-Dinamo Kiev

Neve al Nord: le Wags si divertono sui social
Guarda la gallery
Neve al Nord: le Wags si divertono sui social

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti