Come giocherà la Juve di Vlahovic, l'intuizione di Allegri

Per la prima volta Dusan potrà dialogare con un “10” puro. Bernardeschi ideale per servirlo dal fondo. E l’anno prossimo ritroverà Chiesa
Come giocherà la Juve di Vlahovic, l'intuizione di Allegri
Tagsvlahovicjuve

Farà la differenza e subito. Se Dusan Vlahovic confermerà nella Juve quello che ha mostrato nei due gironi (il ritorno dell’anno scorso, l’andata di quest’anno) con i viola, Allegri potrà respirare. I gol arriveranno. Ce ne sono pochi, in Europa, di cannonieri del suo livello e della sua forza. Qualcuno lo avvicina al primo Batistuta e per temperamento, per cattiveria il paragone regge. [...]

Da Dybala a Bernardeschi, più assist per Vlahovic

[...] Nella Juve, Vlahovic avrà bisogno di Dybala, dei suoi assist e delle sue invenzioni. In queste due stagioni con la Fiorentina non ha mai giocato con un vero numero 10 alle spalle. [...] Con Dybala cambierà gioco, avrà la possibilità di guardare di più il portiere in faccia e giocherà meno con le spalle alla porta avversaria. Più che per la manovra, Allegri lo sfrutterà come cannoniere. Perché entri subito in sintonia con la Juve deve trovare l’intesa con l’argentino, deve fidarsi dei suoi lanci, dei suoi guizzi, deve imparare a cogliere i momenti in cui Dybala vede lo spiraglio per la palla buona. E Dybala, a sua volta, deve imparare a servirlo sul sinistro, il suo piede forte.Lavoreranno per Vlahovic anche gli esterni. Bernardeschi, più di Kulusevski, sembra il giocatore giusto per gli assist da fondo campo, l’attacco del vecchio ex viola a favore del futuro ex viola potrà produrre movimenti interessanti nell’area avversaria. Nei primi quattro mesi da juventino, Vlahovic non ritroverà il suo vecchio compagno Chiesa. [...] C’è poi una soluzione estrema, quella del doppio centravanti, Vlahovic accanto a Kean (visto che Morata andrà via), con Dybala trequartista. E’ la formula che porta la Juventus al rombo, al 4-3-1-2. Dusan ha già giocato con un partner al suo fianco, è capitato all’inizio della stagione scorsa con Kouame e con Cutrone. La caratteristica che contraddistingue il gioco di questo ragazzo è la facilità con cui lega con ogni tipo di partner. E la ragione è semplice: Vlahovic conta solo su se stesso. 

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio

La formazione della nuova Juve di Allegri con Vlahovic e Zakaria
Guarda la gallery
La formazione della nuova Juve di Allegri con Vlahovic e Zakaria

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti