Carnevali svela: "Ecco qual è la verità sulla trattativa Juve-Berardi"

L'amministratore delegato e direttore generale del Sassuolo ha parlato di mercato a Trc Modena a due giorni dalla sfida coi bianconeri
2 min

Sabato 23 settembre alle 18 è in programma Sassuolo-Juventus (diretta testuale su CorrieredelloSport.it). A poche ore dal match valido per la quinta giornata di Serie A ha parlato Giovanni Carnevali, amministratore delegato e direttore generale del club nerovedre.

A Trc Modena, Carnevali non si è sottratto sul tema più caldo in avvicinamento alla partita: il mancato trasferimento di Domenico Berardi alla Vecchia Signora. Un'operazione da 30 milioni di euro che non è andata in corso.

Carnevali, Berardi e la Juventus

Carnevali ha dichiarato: "Ammetto che un contatto con la Juventus c'è stato dopo che Berardi aveva espresso la ferma intenzione di andare a giocare lì. A Torino volevano il giocatore, ma non c'è stata una trattativa vera e propria. Noi avevamo solo dato una scadenza, il 17 agosto, per chiudere l'accordo e per trovare un sostituto. In quel momento la Juve aveva forse problematiche diverse ed è finita con un nulla di fatto. Fare chiarezza nelle trattative è importante e non puoi tirarla troppo per le lunghe".

Carnevali, la cena Giuntoli e la stoccata a Magnanelli

Capitolo chiuso? Carnevali spiega: "Berardi alla Juve a gennaio? Mai escluderlo. Magari arriveranno proposte più importanti, non posso dirlo, ma è evidente che il Sassuolo non ha bisogno di vendere. Andrò a cena con Giuntoli? La partita è al pomeriggio. No, non andrò a cena con la Juventus. Parliamo di uno squadrone che ha cambiato poco, con giocatori di qualità importante. La ritengo insieme all'Inter la favorita per lo scudetto. Rivedrò molto volentieri Locatelli, un ragazzo speciale. Mi è dispiaciuto invece che Magnanelli, nostro storico capitano e per una stagione nello staff di Dionisi, sia andato alla Juventus con di Allegri".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti