Di Francesco: "La Juve non avrebbe esaltato Soulé"

Le parole dell'allenatore sullo straordinario impatto dell'argentino sul Frosinone
2 min

Eusebio Di Francesco ha parlato ai microfoni di Radio Serie A. L'allenatore del Frosinone si è espresso su Matias Soulé, protagonista di un'entusiasmante prima parte di campionato.

Di Francesco: "La Juve non poteva esaltare Soulé"

Il tecnico gialloblù ha commentato il prestito dell'argentino dalla Juventus"Soulè sta facendo il percorso che magari avrebbe potuto fare un anno prima, ha potenzialità psicologiche e umane importanti oltre a quelle tecniche. E’ un ragazzo con una dedizione al lavoro incredibile, lo devo cacciare dal campo. A volte mi fa arrabbiare perché esagera, come con i dribbling. Non sa gestire le energie e si spende troppo anche in allenamento. Nel momento in cui imparerà a distinguere i momenti potrà diventare un giocatore importante. Inoltre è una spugna che ha voglia di imparare e migliorare. La strada ideale è il percorso che sta facendo Matias, anche perché la Juve sta giocando con un sistema di gioco che non esalterebbe le sue caratteristiche, lui è bravo a giocare centro destra o esterno puro. Paradossalmente per le sue caratteristiche fisiche può fare anche la mezzala, ma questo vorrebbe dire allontanarlo dalla porta. La maturità a volte si raggiunge immediatamente, in altri casi ci vuole più tempo. Io sono arrivato a giocare titolare in Serie A a 26 anni, per me era quello il momento giusto".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti