Sorpresa Lazio: Cafù diventa comunitario

Il brasiliano del Ludogorets ha ottenuto il passaporto bulgaro. Volendo il club può trattarlo già a gennaio
Sorpresa Lazio: Cafù diventa comunitario© REUTERS
Daniele Rindone
TagsCafuLudogoretsLazio

ROMA - Cambia tutto. Lo assicurano dalla Bulgaria: il brasiliano Jonathan Cafù ha ottenuto il passaporto bulgaro ed è tesserabile da comunitario. E’ una notizia che cambia gli scenari di mercato per l’attaccante esterno del Ludogorets e può cambiarli per la Lazio. Cafù, trattato dal diesse Tare ad agosto, volendo può essere comprato nella finestra invernale. A Formello non ci sono slot liberi per gli extracomunitari, ecco perché l’eventuale acquisto di Cafù era stato ipotizzato per giugno, non prima. Dalla Bulgaria hanno aggiunto ulteriori dettagli: assieme a Cafù ha ottenuto il passaporto bulgaro anche il terzino brasiliano Natanael. Il Ludogorets, completando le pratiche necessarie per i due giocatori, ha aperto nuovi orizzonti di mercato, conta di incassare soldoni dalla cessione dei talenti migliori, in primis dalla vendita di Cafù. Tanti club europei adesso possono farsi avanti, tutti quelli che pensavano di non poterlo tesserare a metà stagione.

INZAGHI: «VOGLIAMO VINCERE IL DERBY»

LE PROSPETTIVE - Il brasiliano è stato vicinissimo alla Lazio ad agosto. Dalla Bulgaria sono rimbalzate altre notizie: la società biancoceleste aveva offerto 8 milioni di euro al Ludogorets, i bulgari ne hanno chiesti 10, da questa cifra non si sono mossi. La Lazio aveva pensato a Cafù per sostituire Candreva, s’era lanciata su di lui dopo aver incassato il no di Thauvin (ex Newcastle), dopo aver mollato Ntep (Rennes), mentre trattava Dirar con il Monaco, prima di virare su Luis Alberto (ex Liverpool). 

Leggi il resto dell'articolo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti