Corriere dello Sport

Lazio

Vedi Tutte
Lazio

Lazio, Inzaghi: «Io alla Juventus? Chiacchiere che fanno piacere»

Lazio, Inzaghi: «Io alla Juventus? Chiacchiere che fanno piacere»
© ANSA

Il tecnico alla vigilia del match con i bianconeri: «Servirà un'altra impresa per batterli ancora»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 2 marzo 2018 14:34

FORMELLO (Lazio) - «Le energie e le forze si recuperano da sole».  Simone Inzaghi non ne vuole sapere di stanchezza dopo i 120 minuti e i rigori di Coppa Italia contro il Milan. La sua Lazio, domani, affronta la Juventus all'Olimpico in uno dei tre big match di giornata. «Siamo riusciti nell'impresa di battere due volte la Juve - continua Inzaghi in conferenza -, proveramo a farne un'altra. Sappiamo chi abbiamo di fronte, ma se non gioca Higuain, gioca Dybala, da qualsiasi parte c'è un problema».

IL RIGORE DI LUIZ FELIPE - Quanto al rigore sbagliato da Luiz Felipe in Coppa Italia, Inzaghi ci tiene a difendere il suo giocatore. «È un ragazzo che sta facendo molto bene, ha fatto passi da gigante e mi mette in difficoltà nelle scelte. Con il Sassuolo ha fatto un'ottima gara, mercoledì in Coppa non era semplice. S'è assunto la responsabilità di battere un rigore importante, ma i rigori li sbaglia soltanto chi li batte...». 

LE RISERVE - «Nani e Caicedo? Due grandi professionisti, il problema è che hanno davanti Immobile, Luis Alberto e Felipe Anderson».

FUTURO ALLA JUVE? - «È normale che le voci, le chiacchiere fanno piacere, ma indipendentemente da questo la Juve ha il miglior allenatore italiano che c'è in giro a cui vanno fatti i complimenti. Io sono alla Lazio da 18-20 anni ed è la cosa più bella che potesse capitarmi» conclude Inzaghi.

Articoli correlati

Commenti