Scarpa d’Oro, quale epilogo? Immobile è sempre in testa

L’emergenza Coronavirus, che ha bloccato tutti i top 5 campionati europei, rischia di fermare anche la sfida tra i migliori bomber
Scarpa d’Oro, quale epilogo? Immobile è sempre in testa

ROMA - Tutti fermi i cinque maggiori campionati europei. L’emergenza Coronavirus ha bloccato la Serie A, la Liga, la Premier League, la Bundesliga e la Ligue 1. In attesa di sapere come si concluderanno i tornei, in sospeso per ora rimane anche la Scarpa d’Oro. Lo speciale premio, che ogni anno viene assegnato all’attaccante migliore del Vecchio Continente, non conosce futuro. Due sono gli scenari: lasciare la classifica così e dare lo scettro del vincitore a Ciro Immobile, oppure sospendere il tutto e non assegnare il titolo. L’attaccante della Lazio sarebbe, dal 2008 ad oggi, il primo italiano a rompere il monopolio Messi-Cristiano Ronaldo, interrotto solo da Suarez e Forlan. E prima di Ciro, altri due italiani erano riusciti a portarsi a casa la Scarpa d’Oro: Totti (stagione 2006-2007) e Toni un anno prima. Se dovesse verificarsi il primo scenario con Immobile vincitore (54 punti), il podio sarebbe completato con Lewandowski (50 punti) e Cristiano Ronaldo (42).

Lazio, Immobile in casa ha occhi solo per la PlayStation
Guarda la gallery
Lazio, Immobile in casa ha occhi solo per la PlayStation

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti