Inzaghi: "Grande prestazione di testa. Le critiche a Immobile? Parlano i suoi gol..."

Il tecnico della Lazio ha analizzato il momento: "Tante partite, in Champions speso tanto. Ciro non si discute"

© © Marco Rosi / Fotonotizia

ROMA - Vince a fatica, la Lazio. Ma contro il Bologna arrivano i tre punti per ripartire in campionato. Luis Alberto e Immobile in gol, Simone Inzaghi applaude e si gode la vittoria. Ai microfoni di Dazn, il tecnico biancoceleste ha commentato: “In Champions abbiamo speso tanto, sapevamo di giocare una partita difficile, ma fatta una buona prestazione anche mentale. La partita è stata aperta, il Bologna raccoglie poco giocando bene. Avevo delle problematiche di formazione: Marusic e Leiva hanno giocato perché Lazzari e Escalante non erano al meglio. Li ringrazio, hanno fatto 35’ importanti. La sostituzione di Luis Alberto? Tutti vogliono stare in campo, ma con cinque cambi e partite ravvicinate devo ruotare. Escalante l’ho tolto per un problemino. Luis e Correa mi hanno dato tanto, ma c’è il Bruges, bisogna dosare le forze”.

Lazio, che fatica con il Bologna! Ma Luis Alberto e Immobile sono super
Guarda la gallery
Lazio, che fatica con il Bologna! Ma Luis Alberto e Immobile sono super

Questione di scelte

“Ho delle problematiche: Radu, Lulic, Luiz Felipe, Milinkovic, mi sarebbero serviti. I ragazzi sono stati bravi vincere questa partita. Sono soddisfatto dei nuovi. Li ho avuto tardi, Muriqi ha avuto il Covid. Pereira, Hoedt e Fares sono arrivati all’ultimo. Escalante è quello che si è integrato meglio perché ha fatto il ritiro con noi. Cercherò di inserirli al meglio, Hoedt è forse un po’ avvantaggiato perché ci conosce. Leiva, Luis Alberto e Milinkovic sono i titolari. Sergej ha provato nella rifinitura, non riusciva ad attivarsi. Bisogna essere bravi a cambiare. Parolo, Escalante, Akpa Akpro hanno dato tutto. Immobile? Parla con le prestazioni e i gol. É un valore per il calcio nazionale, tornerà a segnare anche in azzurro. Fa la fortuna della Lazio, farà la fortuna della Nazionale”.

Ora la svolta

“Quest’anno è più difficile rispetto alla passata stagione perché ci sono tante partite. Ci aspettano tre trasferte in pochi giorni, il calendario è fitto. Rimaniamo coesi, recuperiamo tutti, le rotazioni e l’inserimento dei nuovi sono fondamentali in questo periodo”.

La Lazio riparte. Risorge il Real Madrid
Guarda il video
La Lazio riparte. Risorge il Real Madrid

Commenti