Lazio, Strakosha non si opera: ma è un momento nero

Il portiere albanese soffre di un problema al ginocchio, serve solo riposo. E del rinnovo non se ne parla…
Lazio, Strakosha non si opera: ma è un momento nero© Getty Images

ROMA - La concorrenza con Reina, il Coronavirus, gli infortuni. Thomas Strakosha, portiere della Lazio ormai in rampa di lancio da un paio di stagioni, si è fermato. Un momentaccio per lui. E c’è anche la questione rinnovo a tenere banco: il contratto è in scadenza nel 2022, per ora non c’è fissato nessun appuntamento. Futuro in bilico.

Brutta stagione

Quest’anno per Strakosha 8 presenze totali. Non ha mai giocato così poco. Partito titolare ad inizio stagione, poi il Coronavirus e Reina tra i pali. Ha subìto la concorrenza, non è riuscito a convincere Inzaghi. Poi l’infortunio muscolare alla coscia, ora al ginocchio. Che è gonfio per un problema di cartilagine, ma servirà solo riposo, niente operazione. Salterà l’altra trasferta di Bergamo, dovrebbe rivedersi in gruppo dalla prossima settimana. Ma un treno è passato: Reina titolare, lui è il vice. E c’è un contratto in scadenza nel 2022 che per ora è lì, senza chiamata per il rinnovo. Doveva essere l’anno della sua definitiva consacrazione con la vetrina Champions, non è andata così. A fine marzo compirà 26 anni: ora è il momento di non mollare e ritornare al meglio.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti