Lazio, Inzaghi ancora a casa: il tampone non lo libera

Niente Napoli per il tecnico biancoceleste: terza partita da seguire sul divano a contatto telefonico con gli assistenti
Lazio, Inzaghi ancora a casa: il tampone non lo libera© © Marco Rosi / Fotonotizia

ROMA - Un tampone negativo per il via libera, niente da fare. Simone Inzaghi resta positivo al Covid-19 e in isolamento. Sono diventate due le settimane chiuso in casa. Il peggio è passato, la moglie dopo il ricovero allo Spallanzani sta meglio ed è tornata in famiglia, ma il tecnico dovrà ancora stare lontano dalla sua Lazio. A Napoli non ci sarà, niente panchina, ma divano davanti alla tv come accaduto contro Verona e Benevento. Al suo posto il vice Farris e i collaboratori Cecchi, Ripert, Rocchini e Cerasaro. Saranno loro a sfidare Gattuso.

Inzaghi, il messaggio via web

Da due settimane segue gli allenamenti della Lazio via web. Partecipa alle riunioni tecniche e si fa sentire: “Basta cali di tensione, non possiamo permettercene altri. Andiamo a Napoli per provare a vincere”, il messaggio chiaro di Simone alla squadra. Non gli è piaciuta la prestazione contro il Benevento, ora contro gli azzurri l’incontro è decisivo per l’aggancio Champions League. Con Farris in panchina, una specie di amuleto, la Lazio non ha mai perso. Ci proverà ancora. Inzaghi aspetta un altro tampone per provare a liberarsi in vista dell’altra partita decisiva contro il Milan, lunedì prossimo.

Acerbi mai stanco: ecco i giocatori più utilizzati da Inzaghi
Guarda la gallery
Acerbi mai stanco: ecco i giocatori più utilizzati da Inzaghi

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti