Lazio, ricorso respinto per Sarri: non ci sarà a Torino

Niente da fare, confermata la squalifica del tecnico biancoceleste dopo i fatti di San Siro contro il Milan
Lazio, ricorso respinto per Sarri: non ci sarà a Torino© Getty Images

ROMA - Ricorso respinto e squalifica di due giornate confermata per Maurizio Sarri. Il tecnico della Lazio era stato fermato dal giudice sportivo dopo l'espulsione rimediata in occasione del match con il Milan del 12 settembre a San Siro. "Mi difenderò con tutti i mezzi", aveva detto l'allenatore toscano. Intanto la prima sezione della Corte Sportiva D'Appello Nazionale, presieduta da Carmine Volpe "ha respinto il reclamo della Lazio" contro le due giornate di stop che il giudice, Gerardo Mastrandrea, gli ha inflitto per avere "al termine della gara, sul terreno di gioco, cercato uno scontro verbale con un calciatore della squadra avversaria, assumendo un atteggiamento intimidatorio e inveendo contro il medesimo con parole minacciose (prima giornata); nonche' successivamente al provvedimento di espulsione, per avere, nel tunnel che adduce agli spogliatoi, contestato la decisione arbitrale proferendo espressioni blasfeme" (seconda giornata). Il tecnico della Lazio non sarà in panchina contro il Torino dopo aver saltato la sfida all'Olimpico contro il Cagliari. Toccherà di nuovo al vice Martusciello. Rientrerà per il derby. 

Lazio, Sarri squalificato per due giornate
Guarda il video
Lazio, Sarri squalificato per due giornate

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti