Lazio, Tare: "Aspettative alte. Cambio allenatore non sia alibi"

Il ds biancoceleste rilancia le ambizioni societarie e parla del ritiro: "Non punitivo, ma costruttivo"
Lazio, Tare: "Aspettative alte. Cambio allenatore non sia alibi"© © Marco Rosi / Fotonotizia
1 min

ROMA - Lazio in ritiro, ma non era una punizione. Parole chiare del ds Igli Tare, che ora si aspetta grandi risposte dalla squadra contro la Fiorentina. A Dazn, il dirigente biancoceleste ha parlato del momento e non solo: "Parliamo di un ritiro non punitivo, ma costruttivo, serviva per un confronto tra squadra e staff. Sono sicuro che stasera faremo una grande gara e che vinciamo”.

I problemi della Lazio

"Li abbiamo analizzati bene e rispecchiano le curve dell’anno scorso, con le piccole abbiamo bruciato tanti punti importanti e abbiamo perso la Champions. Lo stesso sta accadendo in questo inizio stagione, ma soprattutto dopo tre partite di fila in una settimana dove c’è un calo di energie. È questa la pecca che abbiamo e l’abbiamo analizzata bene e sono convinto che scontrarci in positivo sia l’unica via. È un passo in avanti per il futuro, le aspettative sono alte e il cambiamento dell’allenatore e di gioco non deve diventare un alibi. Luis Alberto? È  un giocatore importante, non c’è niente da dire se rimane una partita fuori. Su dodici ne ha fatte nove dall’inizio e tre da subentrato. Quando serve anche lui sarà fuori, però nulla toglie al fatto che sia un grande giocatore e ci aspettiamo da lui, Acerbi, Immobile e Leiva che sono i trascinatori della squadra che siano degli esempi”.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti