La Lazio applaude Pedro, lo specialista del colpo finale

L’ala destra e Zaccagni stanno ritrovando la condizione: per lo spagnolo seconda rete in campionato da subentrato
La Lazio applaude Pedro, lo specialista del colpo finale© LAPRESSE
3 min
Fabrizio Patania
TagsPedroLazioSarri

INVIATO A CREMONA - Si alza dalla panchina e segna. Ha messo la bandierina, anzi l’ombrellino, sul cocktail servito allo Zini di Cremona. Sigillo di Pedro, l’asso in corsa ritrovato da Sarri. Il suo ingresso, alla fine di agosto, era stato decisivo contro l’Inter. Firmò il 3-1. Ieri ha chiuso il conto, mirando l’angolo e mandando la palla in buca per il 4-0, lanciato da Ciro. La Cremonese non si era ancora arresa. La Lazio stava cominciando ad arrancare. Sarebbe bastato un gol per ridare vigore ai grigiorossi e rivivere gli stessi fantasmi di Europa League con il Feyenoord, quando gli olandesi erano rientrati in una partita già chiusa. Mai fidarsi, soprattutto quando si avverte la stanchezza e il livello di attenzione si abbassa. Per il fuoriclasse spagnolo si tratta della quarta rete consecutiva da subentrato, considerando anche la passata stagione. La sosta gli consentirà di recuperare la condizione. Dopo l’Inter, si era fermato per un trauma alla caviglia sinistra. Sarri è stato costretto a farne a meno. L’impiego a mezzo servizio con Napoli e Feyenoord aveva rallentato il suo rientro, avvenuto in Danimarca. Ha festeggiato sui social come Patric («grande prestazione di tutti») e Zaccagni («avanti aquile»), l’altro esterno recuperato da Sarri. L’ex Verona e Pedro sono fondamentali nel 4-3-3 della Lazio anche per il lavoro di raccordo in fase di non possesso.  

Lazio super con la Cremonese: 4-0 con doppietta Immobile
Guarda la gallery
Lazio super con la Cremonese: 4-0 con doppietta Immobile

Allarme rientrato

La sosta aiuterà a recuperare energie e acciacchi. Ieri Patric e Casale hanno chiesto il cambio per noie muscolari. Fabio Rodia, coordinatore dello staff medico, ha ridimensionato l’allarme. «Faccio un discorso generale: le condizioni dei giocatori sono buone. Chi è uscito, ha solo risentito di un po' di stanchezza. Rischiare, dominando la partita, sarebbe stato eccessivo. Sono professionisti, quando avvertono qualche disagio lo segnalano e interveniamo. Meglio prevenire che curare». Zaccagni, invece, aveva saltato la trasferta danese. «Una scelta fatta insieme con lo staff tecnico. Lo abbiamo tenuto a riposo per averlo al massimo a Cremona e si è visto». È fermo Lazzari per uno stiramento: sono previsti in settimana nuovi accertamenti, Sarri conta di ritrovarlo dopo la sosta. 

Convegno medico

La società domani all’Olimpico presenterà il Lazio Lab e organizzerà un convegno medico scientifico in cui si parlerà dei legamenti del ginocchio. «Presenteremo il Lazio Lab e poi avremo un focus sugli incidenti traumatici più significativi per un calciatore. Sono convinto che l’evento avrà un enorme successo. Interverranno chirurghi e riabilitatori a livello nazionale e internazionale per confrontarci sui metodi di lavoro». 

La Lazio riapre la campagna abbonamenti
Guarda il video
La Lazio riapre la campagna abbonamenti


Commenti