Milan, Borini: «Crisi? È stato un problema mentale»
© LAPRESSE
Milan
0

Milan, Borini: «Crisi? È stato un problema mentale»

Il centrocampista rossonero: «Difficile per Gattuso entrare nella testa di ventiquattro giocatori diversi»

MILANO - "Bisognerebbe entrare nelle teste di tutti i giocatori e per una persona sola farlo non è facile". Così il milanista Fabio Borini, ai microfoni di Sky Sport, sul rammarico di Gattuso per quei 50 giorni di crisi dove il Milan ha raccolto la miseria di 5 punti in 7 gare, con un ruolino di marcia che ha complicato l'ingresso in Champions League. "In rosa ci sono 24 ragazzi - spiega Borini -, tutti giovani, con interessi, lingue e anche momenti di vita diversi. E' stato un problema mentale secondo me, tutto parte da lì ed io ci lavoro anche per conto mio fuori dal campo. Farlo penso mi abbia aiutato a tenere in linea tutte le situazioni con lucidità. Gattuso ha detto che in campo bisogna sputare sangue? Forse l'ho preso troppo alla lettera (ride ndr). Ora non è tanto importante il modulo con cui giocare, ma contano i punti da portare a casa dopo la partita: per prendere i tre punti servono sempre atteggiamento e mentalità vincenti - conclude - ".

Tutte le notizie di Milan

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti