Milan, Duarte: "Puntiamo all'Europa. Ibrahimovic fa la differenza"

Il difensore brasiliano: "Voglio dimostrare il mio valore e fare la differenza per il Milan"
© LAPRESSE

MILANO - Tutta la squadra ha obiettivi importanti da inseguire, ma Duarte ha mille motivazioni in più. Finora la sua stagione è stata più da spettatore che altro. Arrivato dal Flamengo ha giocato solo 5 partite, poi l'infortunio alla caviglia che, stop forzato della stagione per il coronavirus, lo tiene fuori da novembre. In un'intervista rilasciata a Sky Sport, il difensore brasiliano assicura: "Adesso sto bene, senza dolori e speriamo di tornare più forti di prima. Sono pronto, mi sto allenando con il gruppo e mi sento molto bene. Spero di giocare piu' partite possibili perchè sto bene fisicamente". Fin qui gli obiettivi individuali, poi ci sono quelli di squadra. "Sappiamo che entrare in Champions League è molto difficile. Vogliamo finire il campionato nel migliore dei modi, giocando da Milan e ottenendo più punti possibili per arrivare in Europa League o, meglio ancora, in Champions League se si presenterà l'opportunità".

Milan, prove d'attacco: Leao si muove al posto di Ibrahimovic
Guarda la gallery
Milan, prove d'attacco: Leao si muove al posto di Ibrahimovic

"Ibrahimovic? Fa la differenza"

Prima la Coppa Italia, poi il campionato, quando si riprenderà si andrà a mille, con impegni ravvicinati e temperature non proprio ideali per giocare a calcio. "In Brasile giochiamo tante partite in poco tempo, siamo abituati a giocare con il caldo. Il segreto per non farsi male è fare allenamenti brevi, ma intensi", dice Duarte che parla anche di Zlatan Ibrahimovic, in Svezia per un infortunio che lo terrà fuori per alcune settimane. "Ibra è un grande campione, molto competitivo. Ci aiuta molto negli allenamenti a restare concentrati e a migliorare, fa davvero la differenza per la nostra squadra. Speriamo possa recuperare presto, perchè è molto importante per noi". Da difensore parla spesso con uno che continua a essere un punto di riferimento per chi gioca in questo ruolo, anche se adesso è un dirigente. "Paolo Maldini mi chiede sempre come sto, se mi trovo bene. Voglio dimostrare il mio valore e voglio fare la differenza per il Milan".

La Serie A contro la ripartenza della Coppa Italia
Guarda il video
La Serie A contro la ripartenza della Coppa Italia

Commenti