Milan, diavolo di un Rebic: il croato è il segreto di Pioli

Il ritorno  dell'attaccante ha restituito aggressività alla squadra e palle gol a Ibrahimovic. Ha anche rinunciato alla Nazionale per preparare al meglio la sfida col Napoli
Milan, diavolo di un Rebic: il croato è il segreto di Pioli© Getty Images
TagsSerie AMilanRebic

MILANO - Il Milan ha aspettato lungamente il rientro di Ante Rebic dall’infortunio, ed ora il croato si candida per una maglia da titolare domenica prossima contro il Napoli. L’attaccante 27enne si era fermato dopo due turni di campionato a causa della lussazione al gomito rimediata nella trasferta di Crotone il 27 settembre scorso, un brutto colpo per Stefano Pioli, ma grazie ai ricambi dalla panchina e alla conferma di Rafael Leao come esterno sinistro, i rossoneri hanno mantenuto comunque un ritmo molto alto sotto il profilo dei punti e delle prestazioni. Rebic però è un giocatore imprescindibile per il Milan, per il modo aggressivo di attaccare gli spazi e per la sua propensione a non sprecare mai un pallone, è l’elemento ideale per servire al meglio Ibrahimovic in area di rigore. L’assenza dai campi da gioco è durata più di un mese ma recentemente è tornato nelle partite contro Udinese e Verona, dando una scossa nel secondo tempo in entrambi i match.

Ibrahimovic prende il Milan per mano. È Rebic la sua spalla
Guarda la gallery
Ibrahimovic prende il Milan per mano. È Rebic la sua spalla

Nel caso della trasferta friulana Rebic ha giocato solamente diciannove minuti e ha dato il via al gol del vantaggio di Ibra servendo l’assist allo svedese, mentre nel secondo tempo contro il Verona ha partecipato alla reazione corale del gruppo milanista, che ha segnato due in quarantacinque minuti. La presenza di Rebic è fondamentale per dare vivacità e pressing alla fase offensiva del Milan e per molto tempo Pioli ha dovuto escogitare soluzioni per non far pesare la sua assenza. Così in accordo con la federazione croata ha deciso di non rispondere alla chiamata della nazionale per rimanere a Milanello e allenarsi con Ibra e compagni. D’altronde Pioli non poteva chiedere di più al croato nelle recenti due partite in cui è stato schierato per dare una scossa alle partite. 

Milan, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti